Dopo il Covid il rischio è legato ad altre due catastrofi: le previsioni di Bill Gates, che nel 2015 aveva in qualche modo ‘predetto’ la pandemia da Covid-19.

In piena emergenza coronavirus Bill Gates è venuto alla ribalta non solo per il suo impegno nella ricerca, ma anche per le sue parole del 2015, quando aveva parlato di una probabile pandemia causata da un virus respiratorio. A distanza di cinque anni il mondo avrebbe conosciuto il dramma del Covid. Ora Bill Gate si lancia in altre due previsioni legate a probabili catastrofi che potrebbero investire il nostro mondo.

“Quando ero un ragazzo, il disastro di cui ci preoccupavamo era la guerra nucleare. Oggi la più grande catastrofe possibile non è più quella. Se qualcosa ucciderà 10 milioni di persone nelle prossime decadi, è più probabile che sia un virus molto contagioso e non una guerra. Non missili ma microbi”, aveva dichiarato Bill Gates. “Il rischio più grande di una catastrofe globale somiglia a questo. Abbiamo investito cifre enormi in deterrenti nucleari, ma abbiamo investito pochissimo in un sistema per fermare un’epidemia. Non siamo pronti a bloccare la prossima epidemia“.

Bill Gates
Bill Gates

Le prossime due catastrofi predette da Bill Gates

Ai microfoni di Derek Muller a Veritasium, Bill Gates ha parlato delle prossime due catastrofi che potrebbero abbattersi sull’umanità con un effetto ancora più devastante di quello del Covid.

La prima preoccupazione è legata al cambiamento climatico, che potrebbe causare più vittime del nuovo coronavirus.

Uno è il cambiamento climatico, che preoccupa. Ogni anno significherebbe un numero di vittime ancora più alto di quello che abbiamo avuto in questa pandemia”.

La seconda previsione è quella legata al bio-terrorismo, ossia alla creazione in laboratorio di un virus probabilmente ancora più letale. Una sorta di arma di distruzione di massa che fino a questo momento abbiamo visto solo nei film di fantascienza, confidando nel buon animo dell’uomo e quindi nel fatto che nessuno possa spingersi così tanto in là, ricordando anche il dramma della bomba atomica.

Il secondo è il bio-terrorismo. Se qualcuno vuole fare dei danni può creare un virus, il che significa che le probabilità che ciò accada sono molto più alte di un’epidemia naturale come quella attuale”.

Di seguito il video con le dichiarazioni di Bill Gates.

Le profezie

In realtà Bill Gates non parla di fantascienza ma di rischi reali o quantomeno concreti, credibili. E la speranza è che il fondatore di Microsoft questa volta sbagli di grosso.


Covid, a Milano individuata una nuova variante del virus

Blitz contro la ‘Ndrangheta, decine di arresti nel Crotonese