Liliana Resinovich, il dettaglio sul corpo scioglie il mistero
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Liliana Resinovich, il dettaglio sul corpo scioglie il mistero

Cadavere coperto da un lenzuolo

Un nuovo dettaglio sul corpo della povera Liliana Resinovich potrebbe aiutare a sciogliere il mistero della sua morte.

Il caso legato alla morte di Liliana Resinovich, la 63enne scomparsa a Trieste nel dicembre 2021 e trovata senza vita il 5 gennaio 2022 nel boschetto dell’ex Ospedale psichiatrico di San Giovanni, potrebbe avere presto delle novità. Gli ultimi esami svolti sul corpo, infatti, hanno fatto registrare una dettaglio non da poco relativamente alla conservazione del cadavere.

Come fare soldi con le criptovalute e guadagnare?

cadavere coperto da un sacco

Liliana Resinovich, la conservazione del corpo: il dettaglio

Se in precedenza si era parlato di un potenziale errore nell’autopsia sul corpo della Resinovich, adesso Fanpage ha riportato alcuni risultati delle rilevazioni svolte nelle scorse ore a Milano da parte dell’entomologo Stefano Vanin e dell’anatomopatologa Cristina Cattaneo oltre che dai professionisti Stefano Tambuzzi e Biagio Eugenio Leone che fanno parte del collegio peritale incaricato dalla Procura.

Dai primi risultati dei rilievi svolti, è venuto fuori un dettaglio importante sul cadavere della compianta donna che era posizionato in un luogo specifico. In quella frazione di terreno, infatti, si registrano 5 gradi in meno rispetto alla temperatura rilevata in centro. Questo elemento potrebbe essere molto importante e aiutare a stabilire la data precisa della morte della 63enne e spiegare, allo stesso tempo, il perché della conservazione quasi perfetta del cadavere.

I nuovi esami

Come sottolineato sempre da Fanpage, di fondamentale importanza potrebbe essere anche l’evoluzione e l’età degli insetti ritrovati. Anche questo dettaglio potrebbe contribuire a risalire alla data della morte di Liliana. Riguardo all’esame degli insetti sarà compito dell’entomologo Stefano Vanin a procedere con i dovuti accertamenti. La prossima tappa del caso sarà a luglio quando i consulenti si riuniranno nuovamente e saranno chiamati a dare una rilettura dei segni riscontrati sul volto di compianta vittima. La speranza è che questi nuovi dettagli possano, finalmente, sciogliere ogni mistero legato alla morte della donna.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2024 10:58

Vigilessa uccisa, l’esito dell’autopsia e il dettaglio orribile sullo zigomo

nl pixel