La senatrice a vita Liliana Segre ha invitato l’influencer Chiara Ferragni a visitare il Memoriale della Shoah.

Un viaggio terribile, quello affrontato da Liliana Segre il 30 gennaio del 1944. La senatrice a vita, all’epoca giovanissima, si trovava con il padre Alberto alla Stazione Centrale di Milano. Fu caricata con altre 603 persone su un treno per la Germania. La destinazione era il terribile campo di concentramento di Auschwitz. Nel dicembre dell’anno precedente, i Segre avevano provato a scappare andando in Svizzera, senza successo. Liliana Segre fu l’unica della sua famiglia a sopravvivere a quella terribile tragedia. Ebbene, oggi la senatrice ha invitato al Memoriale della Shoah l’influencer più famosa d’Italia, affinché la memoria di quell’evento così drammatico possa toccare anche i più giovani, che seguono assiduamente Chiara Ferragni.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La richiesta della senatrice

Ho visto che con suo marito Fedez si impegna sul sociale, mi piacerebbe conoscerla – ha detto la senatrice a vita Liliana Segre a Repubblica Il suo esempio potrebbe portare qui tanti ragazzi. L’invito di Segre è quello di visitare il Memoriale di piazza Srafra, in memoria delle vittime dell’Olocausto in Italia, in quanto i visitatori sono ancora pochi, troppo pochi”. Da ciò, al fine di far conoscere il Memoriale “a quante più persone possibili”, Liliana Segre ha pensato all’influencer più famosa d’Italia.

Chiara Ferragni
Chiara Ferragni

La testimonianza del terribile evento

“Avevo 13 anni, ma anche adesso che ne ho 91 mi ricordo ancora tutto di quel giorno, come il dover rispondere a un comando in una lingua che non capivi e diventare un numero. Quel giorno ho lasciato per sempre la mano sacra di mio padre, che non ho mai più rivisto”. Questo il terribile ricordo della Shoah di Liliana Segre, che al momento sta girando un documentario con Ruggero Gabbai, regista italiano, al fine di cristallizzare quell’esperienza così terribile e al contempo così indelebile per la storia dell’umanità. Non chiedetemi di entrare nei vagoni, non lo farò più. Questo il lascito drammatico di tale esperienza nella memoria di Segre.

La risposta di Fedez

Se Chiara Ferragni non ha ancora risposto all’invito della senatrice a vita Liliana Segre, il marito Fedez – chiamato in causa dalla stessa Segre – ha risposto con un invito al suo podcast, Muschio Selvaggio. Parliamo del podcast più famoso d’Italia, che ha già ospitato volti notissimi come Fabio Caressa, Fiorello, Belen Rodriguez, Maccio Capatonda, Carlo Cracco, Enrico Brizzi, Joe Bastianich, Enrico Mentana, Valerio Lundini, Bebe Vio e Marco CappatoSarei felice di invitare la senatrice Liliana Segre al nostro podcast Muschio Selvaggio, spero possa accogliere il nostro invito”. Questo il tweet di risposta di Fedez.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 18-05-2022


Stubb: “La Russia, alla fine della guerra, sarà completamente isolata”

Zelensky: Il fallimento dell’invasione, la Russia ha iniziato a usare..