Lino Celesia shock, l'assassino allo scoperto: "Sono stato io"
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Lino Celesia shock, l’assassino allo scoperto: “Sono stato io”

Prove omicidio

Le indagini sull’omicidio di Lino Celesia hanno una svolta: un ragazzo di 17 anni avrebbe chiamato i Carabinieri e si sarebbe consegnato come killer.

Il killer di Lino Celesia, giovane promessa del calcio di 22 anni, ucciso in una rissa la scorsa notte alle porte di una discoteca di Palermo, avrebbe un nome. L’assassino sarebbe un giovane di soli 17 anni che dopo l’omicidio avrebbe chiamato il 112 affermando di essere lui il colpevole dell’omicidio del ragazzo ucciso a colpi di pistola. Il giovane avrebbe anche aggiunto la vicenda sarebbe degenerata al termine di un litigio.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

scientifica prove foto

I rilievi sul posto dell’aggressione

Nella zona di via Cantieri, dove si trova anche la discoteca dove sono avvenuti i fatti, sono arrivate subito le volanti di Polizia e Carabinieri, i quali hanno immediatamente iniziato le perquisizioni e la ricerca dell’arma usata per uccidere Lino. Dopo aver allertato il 112, il presunto killer, minorenne, avrebbe detto agli inquirenti di aver gettato in mare la pistola con cui ha commesso il delitto. Nel frattempo, la discoteca Notr3 è stata messa sotto sequestro dalla Polizia.

Lino Celesia era un ex calciatore in forza, inizialmente, presso la scuola calcio Ribolla di Totò Schillaci. Il giovane è stato colpito due colpi di pistola: uno al torace e l’altro nella zona del collo. L’omicidio è avvenuto la scorsa notte intorno alle 3. Portato d’urgenza in ospedale, Lino Celesia è morto poco dopo l’arrivo.

Sul cadavere verrà ora eseguita l’autopsia da parte dell’istituto di Medicina legale del Policlinico di Palermo. La Polizia Scientifica sulla zona del delitto ha trovato diversi bossoli di pistola, indice che il killer ha esploso molti colpi.

Celesia e il Torino calcio

L’ex calciatore, figlio di Gianni Celesia, ex consigliere comunale di Palermo oltre che cantante neomelodico, era un ragazzo molto conosciuto nel quartiere Cep, ma non solo. Lino, infatti, tra i numerosi messaggi di cordoglio, ha ricevuto anche quello del Torino calcio, la squadra dove in passato aveva militato. In un post social si legge: “Il presidente Urbano Cairo e tutto il Torino Football Club partecipano sentitamente al dolore della famiglia Celesia per la scomparsa di Rosolino Celesia, ex calciatore del settore giovanile granata“, scrive la società calcistica. Terminando con: “Ai suoi cari, a tutti i parenti e ai tantissimi amici il cordoglio e l’abbraccio del mondo granata”.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 21 Dicembre 2023 16:35

E’ ora di farsi giustizia, Amanda Knox: “Nessuna paura a tornare in Italia”

nl pixel