Livorno – Aggredito attivista di CasaPound, sotto shock la compagna incinta

Un attivista di CasaPound è stato aggredito nella notte a bastonate da quattro persone. L’uomo è stato dimesso dall’ospedale con una prognosi di circa 30 giorni.

LIVORNO – Le violenze a pochi giorni dalle elezioni politiche non si fermano. Nella notte a Livorno un attivista di CasaPound – scrive il movimento di estrema destra – è stato aggredito da quattro persone che lo hanno prima pestato e poi sfondato i finestrini della sua auto. All’interno della macchina si trovava la compagna incinta che è rimasta sotto choc. L’uomo – militare in servizio alla Folgore – è stato portato al Pronto Soccorso dove hanno dato una prognosi di circa 30 giorni per una frattura al naso ed ecchimosi sparse. Inizialmente si era parlato anche del rischio di perdere l’occhio ma i medici hanno immediatamente escluso la possibilità.

Le Forze dell’Ordine hanno visionato i video delle telecamere di sorveglianza per provare a identificare gli assalitori

Attivista CasaPound aggredito, Di Stefano: “È una caccia all’uomo”

Subito dopo l’aggressione il Segretario Nazionale di CasaPound, Simone Di Stefano, sulla pagina Facebook del movimento ha parlato di una ‘caccia all’uomo’. “È incredibile – scrive – quello che sta accadendo in Italia. Mentre le più alte cariche dello Stato vanno manifestando e lanciando allarmi sul pericolo sedicente fascista, gli antifascisti lanciano cacce all’uomo, rivendicando con orgoglio brutali pestaggi, aggrediscono e insultano le Forze dell’Ordine nella totale impunità. Al nostro militante gravemente ferito, va la più totale solidarietà e vicinanza del movimento”.

Simone Di Stefano
Simone Di Stefano (fonte foto https://www.facebook.com/distefanocasapound/)

Li hanno aggrediti al grido di “fasci di merda” e quando lui ha detto “fermi, lasciatela stare, lei è incinta”, hanno replicato “tanto verrà un figlio fascista” e hanno sfondato i finestrini dell’auto dove era seduta. Questi i particolari che emergono sull’aggressione di cui sono stati bersaglio un esponente di CasaPound Italia e la compagna, che questa notte, intorno alle 4, mentre tornavano a casa, sono stati assaliti da quattro antifascisti con i cappucci alzati e i bastoni in mano“: è questa la ricostruzione dell’accaduto fatta da CasaPound e pubblicata sul proprio profilo Facebook.

Elezioni: CasaPound, aggrediti al grido di 'fasci di merda' e 'tanto verrà un figlio fascista' Livorno, 1 marzo – Li…

Pubblicato da CasaPound Italia su giovedì 1 marzo 2018

 

Infine l’attacco di Di Stefano al ministro Minniti: “Non ha speso una parola sulle minacce di chi ha promesso di mettere a ferro e fuoco Roma per impedirci di parlare al Pantheon“.

ultimo aggiornamento: 02-03-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X