Emergenza coronavirus in Italia, lockdown o coprifuoco: il governo al bivio. Si deve piegare la curva epidemiologica ma si temono tensioni sociali.

Dopo mesi di calma apparente, il governo si trova di fronte a un nuovo bivio cruciale di questa emergenza coronavirus: procedere con un nuovo lockdown oppure no?

Coronavirus
Coronavirus

Emergenza coronavirus in Italia, governo al bivio: lockdown o coprifuoco?

Arrivati quasi alla fine del mese di ottobre gli inviti che arrivano dal Ministro della Salute Roberto Speranza e dagli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità sono chiari e inequivocabili: limitare gli spostamenti e uscire di casa solo per motivi di necessità. Di fatto sono le regole del lockdown, solo che prima erano regole e adesso sono solo raccomandazioni. Almeno per il momento.

Roberto Speranza
Roberto Speranza

L’ultima spiaggia prima del lockdown

Resta da capire quindi quale sarà la prossima mossa del governo. L’ipotesi più accreditata è quella di un passo intermedio. Prima di procedere con un nuovo lockdown si potrebbe procedere con una nuova stretta. Stop a palestre, piscine e coprifuoco a livello nazionale. Ma la strategia ha un limite non indifferente: lascia scoperte le ore diurne, quando ci sono diverse occasioni di contagio potenziale.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Le ripercussioni economiche e sociali

D’altro canto un nuovo lockdown avrebbe ripercussioni difficili da immaginare dal punto di vista sociale ed economico. I primi segnali di una certa insofferenza verso le misure restrittive arriva da Napoli, dove nella prima serata di coprifuoco centinaia di persone sono scese in strada per manifestare. E le immagini parlano di una vera e propria guerriglia urbana.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
coronavirus politica primo piano Ultima Ora

ultimo aggiornamento: 24-10-2020


Conte, “Le prossime settimane si preannunciano molto complesse”

De Micheli, ‘L’obiettivo è evitare un nuovo lockdown’