Lodi, i bambini stranieri esclusi dalle mense scolastiche
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Lodi, i bambini stranieri esclusi dalle mense scolastiche

Lodi, i bambini stranieri esclusi dalle mense scolastiche

Lodi, bambini stranieri perdono agevolazioni per mensa e scuolabus. Salvini: “Non devono esserci i furbetti, tutti devono pagare”.

Nuova bufera sulle Lega per quanto riguarda il caso migranti. Nel mirino questa volta è finita la città di Lodi, dove la sindaca leghista Casanova ha emesso un’ordinanza con la quale centinaia di bambini stranieri hanno perso il diritto alle agevolazioni per i servizi scolastici, tra cui la mensa.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Lodi, l’ordinanza del Sindaco

L’ordinanza della sindaca impedisce a circa trecento bambini stranieri – ma la stima non è ufficiale – di usufruire,  a prezzi agevolati, di servizi come la mensa e lo scuolabus. L’ordinanza emessa dal primo cittadino di Lodi obbliga le famiglie straniere a presentare, oltre all’ISEE, una serie di documenti che certifichino il loro stato economico nel paese di provenienza. Nel caso in cui non venga presentata la documentazione completa, la famiglia perde il diritto alle agevolazioni e finisce nella fascia più alta costringendo i genitori a escludere i bambini dai servizi per evitare di pagarli.

Matteo Salvini: “Non devono esserci furbetti, tutti devono pagare”

Casanova ha incassato il sostegno del ministro dell’Interno Matteo Salvini, il quale ha fatto sapere di essere intenzionato a contrastare i furbetti: “Non devono esserci furbetti: tutti devono pagare, tutti devono essere trattati alla stessa maniera. Il fatto che qualcuno, certamente non i bambini ma i genitori, che potrebbe pagare ritiene di non doverlo fare rappresenta un insulto a genitori italiani e stranieri che invece pagano quello che devono”.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial/

Bussetti: “Sono certo che si troveranno le giuste soluzioni”

Sul caso è intervenuto anche il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, il quale si è detto pronto a incontrare il primo cittadino di Lodi: “Sono certo che si troveranno le giuste soluzioni che tengano insieme i diritti dei bambini e i doveri delle famiglie di rispettare le modalità di accesso ai servizi. Sono pronto a incontrare il sindaco, se necessario, per affrontare insieme a lei la questione. Sono sicuro che il primo cittadino di Lodi conosce bene la propria realtà“.

Maurizio Martina: “Come fa ad addormentarsi sereno un sindaco che caccia i bambini da una mensa scolastica?”

Duro l’attacco da parte del segretario del Pd Maurizio Martina, intervenuto sulla propria pagina Facebook per commentare l’episodio: “Come fa ad addormentarsi sereno un sindaco che caccia bambini da una mensa scolastica? A quale livello di meschinità siete arrivati? Cosa aspetta il governo a intervenire? Ministro Bussetti risponda subito alle interrogazioni urgenti del Pd e fermi questa vergogna. Subito“.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 14 Ottobre 2018 10:21

Migranti, il Viminale ha deciso: addio al modello Riace

nl pixel