Lucia Azzolina è preside in Sicilia. L’ex ministra non ha ancora sciolto le riserve sull’incarico.

ROMA – Lucia Azzolina assegnata di ruolo come preside in Sicilia. Dopo le polemiche dei mesi scorsi, la graduatoria è arrivata fino al numero 2544 della graduatoria del concorso del 2017 e così l’ex ministra ha ricevuto l’incarico per la sua prima esperienza da dirigente scolastico.

L’esponente pentastellata, come ripotato da La Repubblica, non ha ancora sciolto i suoi dubbi. Sono due le strade che potrebbe prendere: la prima rinunciare all’incarico e magari provare in futuro un nuovo concorso oppure prendersi una aspettativa visto il ruolo di deputata e rientrare appena finisce questa esperienza da politica. C’è anche una terza via, quella di lasciare Montecitorio, ma in questo momento sembra essere l’ipotesi più remota.

Lucia Azzolina preside

L’assegnazione del ruolo di preside molto probabilmente metterà fine all’avventura di Lucia Azzolina come politica. L’ex ministra ha sempre ribadito la propria intenzione di ritornare a scuola subito dopo questa esperienza a Montecitorio, ma non si esclude la possibilità di tentare una nuova elezione alla Camera e provare a riprendersi il ruolo al Miur vista la stima dell’ex premier Conte nei suoi confronti.

Le idee più chiare sul suo futuro le si avranno nei prossimi giorni quando comunicherà se mettersi in aspettativa oppure rinunciare e intraprendere definitivamente la carriera da politica.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Lucia Azzolina
Lucia Azzolina

Le polemiche

Il concorso da preside dell’ex ministra Azzolina ha sempre creato polemiche. L’ex ministra era finita nel mirino del Centrodestra, con la Lega che aveva chiesto all’esponente pentastellato di fare un passo indietro, che in realtà non c’è mai stato.

La graduatoria, intanto, non si è fermata ed è arrivata al posto occupato dalla stessa Azzolina. La scuola assegnata all’ex ministra è nella sua Sicilia, ora tocca a lei decidere se accettare oppure rinunciare per poi tentare questa nuova esperienza in futuro.

ultimo aggiornamento: 14-08-2021


Terzo anniversario della tragedia del Ponte Morandi, Draghi: “Non accada mai più”

Regione Lombardia, la Procura sulle mascherine-pannolino: “Uso fallimentare di soldi pubblici”