Virginia Raggi non è vaccinata: “Il medico mi ha suggerito di non farlo perché ho gli anticorpi alti”.

ROMA – Virginia Raggi non è vaccinata. Ad ammetterlo è stata la stessa sindaca ai microfoni di In Onda su La7: “Non una no-vax – ha detto l’esponente pentastellata – non ho fatto il vaccino perché ho ancora gli anticorpi alti e me lo ha consigliato il mio medico. Ognuno deve sentire il proprio medico e fare quello che gli consiglia. Il tema della vaccinazione deve essere medico e non politico. Se diventa un tema elettorale vuol dire che non ci sono altri temi su cui discutere“.

E poi ha aggiunto: “Non mi sento di dire se sono favorevole o contraria, credo siano questioni che devono decidere i medici. Non faccio un appello per vaccinarsi, mi sento di dire di rivolgersi e fare quello che dice“.

Zingaretti attacca la Raggi

Le parole di Virginia Raggi sono state duramente criticate anche da Nicola Zingaretti. “Fino a oggi conoscevamo i No Vax – ha detto il governatore riportato dal Corriere della Serala sindaca, ancora per un mese, della nostra amata capitale ha inaugurato la figura dei Nì Vax. Tradotto: non deciso su niente come faccio da 5 anni. E i romani pagano“.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Nicola Zingaretti
Nicola Zingaretti

E il candidato sindaco Carlo Calenda ha aggiunto: “E’ davvero grave che la sindaca della capitale d’Italia, nel mezzo di una battaglia durissima per mettere in sicurezza il Paese, si esprima in questo modo“.

Virginia Raggi nella polemica

Dichiarazioni che hanno portato ad una polemica a livello politico. Parole della sindaca che potrebbero avere anche un ‘peso’ elettorale, visto che l’Italia è divisa in due sul tema vaccini e le elezioni sono davvero vicine. Una campagna destinata ad entrare nel vivo nelle prossime settimane e quanto detto da Virginia Raggi potrebbe avere un effetto anche sul voto.

TAG:
coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 13-08-2021


Recovery fund, l’Italia ha ricevuto il primo bonifico da 25 miliardi. Draghi: “Spendere con onestà”

Gino Strada morto, il ricordo della politica