Una madre e un prete sono stati arrestati in Sicilia per aver costretto un minorenne a prostituirsi online.

TERMINI IMERESE (PALERMO) – Una madre e un prete sono stati arrestati in Sicilia per aver costretto un minorenne a prostituirsi online. Secondo una ricostruzione effettuata da La Repubblica, la donna in cambio di poche decine di euro faceva esibire il figlio diciassettenne davanti ad una videocamera del computer. Dall’altra parte del video c’era un sacerdote di 63 anni.

Le indagini sono in corso per accertare meglio quanto successo. Dalle prime informazioni, il sacerdote “attuava un perverso modus operandi in totale spregio dei princìpi di etica e di religiosità che dovrebbero ispirare il suo comportamento”. Il prete attualmente è a San Feliciano Magione.

La nota dell’Arcidiocesi di Perugia

In una nota l’Arcidiocesi di Perugia ha assicurato “la più completa disponibilità alla collaborazione con l’autorità giudiziaria per il raggiungimento della verità dei fatti. L’Arcidiocesi ritiene di dover precisare che mai alcuna segnalazione è giunta all’autorità ecclesiastica relativa ai fatti oggetto dell’indagine. Rimane comunque prioritario l’impegno ad approfondire con diligenza i fatti, applicando le indicazioni dettate dalla normativa canonica e seguire le eventuali indicazioni offerte dalla Santa Sede. L’Arcivescovo profondamente rattristato, esprime la propria vicinanza, umana e spirituale, alla comunità parrocchiale di San Feliciano e in particolare a tutti coloro che sono coinvolti nella vicenda“.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Auto polizia
Auto polizia

L’appello di una donna al centro vaccinale: “Sono stata violentata”

Una violenza sarebbe avvenuta anche a Torino. Una donna ha denunciato quanto successo al centro vaccinale poco prima dell’inoculazione. “Ho bisogno di voi – si legge nel foglio – sono stata vittima di violenza“. La polizia ha subito iniziato le indagini per accertare meglio quanto successo.

I punti da chiarire sono diversi e la donna nelle prossime ore sarà ascoltata ancora una volta dagli inquirenti per provare ad accertare l’accaduto. E presto ci potrebbero essere importanti novità.


Oltre mezzo milione sequestrato al Papeete per evasione fiscale

E’ morto Antonio Pennacchi, lo scrittore aveva 71 anni