Nicola Magrini sul vaccino Covid: “Se le varianti daranno preoccupazioni molto probabilmente si dovrà fare annualmente”.

ROMA – Intervenuto ai microfoni di Radio24, Nicola Magrini è ritornato sul vaccino Covid. “Se le varianti daranno preoccupazioni – ha detto il direttore generale dell’Aifa riportato dall’Adnkronos penso che si dovrà vaccinare anche l’anno prossimo. Sono in corso di sviluppo farmaci di seconda generazione per gli inizi del 2022. Non si tratta di una terza dose, ma di vaccini attivi contro il virus“.

Magrini: “Sul mix vaccini ci pronunceremo presto”

Il direttore dell’Aifa è ritornato anche sul mix dei vaccini. Ormai da giorni il generale Figliuolo è in pressing per avere una risposta in tempi brevi. “Solitamente – ha detto Magrini – attendiamo la pubblicazione degli studi e ci pronunceremo nei prossimi giorni“.

La scelta di mantenere la seconda dose di AstraZeneca era stata fatta sia in base ai dati che sul voler mantenere la fiducia anche su questo vaccino. Fare una seconda dose con un altro vaccino non dovrebbe dare particolari problemi: la risposta anticorpale resta eccellente. Anche se cambiare strategia dà sempre incertezze e titubanze“.

Vaccino Covid
Vaccino Covid

Vaccino ai più giovani

Magrini ha parlato anche della campagna vaccinale: “In questo momento i 12-15enni non sono la categoria prioritaria […]. Anche i non fragili dovrebbero vaccinarsi con un farmaco sicuro anche per loro. Gli adolescenti sono robusti e sicuri anche di fronte a questo virus, ma il vaccino manda i contagi a zero e questo è importante. Lo devono fare anche per loro, non solo per trametterlo ai grandi“.

I dati per i vaccini a mRna – ha aggiunto – sono molto positivi e confortanti anche dal punto di vista della riduzione della circolazione virale. A questo aggiungerei anche il fatto della protezione individuale. Vedere che anche nei più piccoli si passa a zero casi con la somministrazioni delle dosi è un dato sicuramente positivo“.

TAG:
vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 04-06-2021


Crollo del campanile di Accumoli, assoluzione per gli imputati

Caso Grillo, chiesto il rinvio a giudizio per Ciro e altri tre amici