Maniaco a Roma: filmava 14enni sotto la gonna. Sul suo telefono...
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Maniaco a Roma: filmava 14enni sotto la gonna. Sul suo telefono…

telefono cellulare tastiera pc

Oltre 200 video sul telefono. Maniaco shock a Roma filmava le 14enni sotto la gonna. Il padre di una vittima lo ha fatto arrestare.

Trovato, fermato e arrestato un maniaco a Roma. Un uomo di 52 anni è stato bloccato dalle forze dell’ordine con l’accusa di aver molestato due 14enni. L’individuo, residente a Cinecittà, era in possesso sul proprio telefono cellulare di oltre 200 contenuti di giovani e giovanissime registrate a loro insaputa. Il molestatore filmava le sue vittime da sotto la gonna. Solo l’intervento di un genitore di una ragazza ha reso possibile il suo fermo.

Maniaco shock a Roma: filmava 14enni sotto la gonna

telefono cellulare tastiera pc

Il molestatore in questione è stato fermato a Roma, precisamente in via del Tritone, all’altezza di Largo Chigi, a seguito dell’intervento di un papà di una vittima che si è accorto che l’uomo si stava comportando in modo più che sospetto.

Come fare soldi con le criptovalute e guadagnare?

A raccontare tutto, Il Messaggero che spiega come il 52enne agisse col borsello e il telefonino ad altezza polpaccio, cosa gli permetteva di filmare e fotografare le ragazzine dal basso verso l’alto: sotto le gonne, alla ricerca delle parti intime.

Questo fino a domenica pomeriggio quando è stato, appunto, scoperto e arrestato dalle forze dell’ordine dopo l’intervento di un genitore. Il molestatore stava passeggiando vicino alle due vittime – due adolescenti di 14 anni accompagnate dai rispettivi padri – quando uno di loro si è accorto dello strano individuo.

A quel punto, uno dei genitori ha afferrato l’uomo sospetto e lo ha colto “con le mani nel sacco”. All’arrivo della polizia, il tremendo verdetto: sul telefono del molestatore oltre 200 contenuti, tra foto e video, di altre vittime.

Nelle intenzioni dell’uomo quella di praticare l’upskirt, ovvero la ripresa dal basso delle persone alla ricerca di parti intime femminili. Foto e video, forse, venivavo poi messi in rete o venduti. Su questo le forze dell’ordine stanno ancora indagando.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 12 Settembre 2023 10:36

Madre finisce dietro le sbarre: ha ucciso il figlio di tre mesi

nl pixel