Roma blindata per la manifestazione del 16 ottobre indetta dai sindacati contro i fascismi in risposta all’assalto alla sede della Cgil.

Sabato all’insegna della tensione a Roma per la doppia manifestazione: il 16 ottobre in piazza ci sono i sindacati, che tornano a piazza San Giovanni per manifestare contro i fascismi dopo l’assalto alla sede della Cgil del 9 ottobre. Il rischio principale è che la manifestazione possa essere raggiunta da disturbatori, intenzionati a far degenerare la situazione.

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Roma, sindacati in piazza contro i fascismi: la manifestazione del 16 ottobre

Le regole della manifestazione a piazza San Giovanni sono chiare: non saranno esposti simboli di partito e i partecipanti alla manifestazione non potranno lasciare la piazza. Inoltre, anche in rispetto del silenzio elettorale per i ballottaggi, nessun politico salirà sul palco allestito in piazza.

Il Centrodestra non ha accolto l’invito rivolto a tutte le forze politiche e non prende parte alla manifestazione, augurandosi che venga rispettato il silenzio elettorale.

In piazza ci saranno, tra gli altri, Enrico Letta e Giuseppe Conte, rispettivamente Segretario del Partito democratico e leader del Movimento 5 Stelle.

Landini: “Manifestazione che difende la democrazia di tutti”

Questa è una manifestazione che difende la democrazia di tutti. Questo è il tema“, ha dichiarato Landini parlando della manifestazione. “L’attacco alla Cgil, l’attacco al sindacato è in realtà un attacco alla dignità del lavoro di tutto il Paese. E noi siamo qui non per difendere qualcuno ma per difendere la democrazia e per estenderla“, ha aggiunto il segretario della Cgil.

Maurizio Landini
Maurizio Landini

Il piano per la sicurezza

Per evitare disordini il Viminale ha disposto un considerevole dispiegamento di uomini. Sono migliaia gli agenti impiegati per evitare violenze e cortei verso luoghi istituzionali o sensibili. Le forze dell’ordine blindano la piazza e controllano gli obiettivi sensibili per evitare che si ripetano le scene del 9 ottobre, quando i manifestanti hanno assaltato la sede della Cgil.

Manifestazione No Green Pass a Milano

Ma il 16 ottobre è una giornata calda anche a Milano, dove a manifestare sono i no Green Pass. Una manifestazione non autorizzata con 15mila persone e senza una vera organizzazione. In serata ci sono stati attimi di tensione con le forze dell’ordine. Il bilancio è di quattro fermati e 16 denunciati. Rimasta ferita una ragazza.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 16-10-2021


Vaccino Covid, la terza dose è obbligatoria?

Incidenti sul lavoro, ancora emergenza: due morti in poche ore