Polemiche a Ospedaletto Lodigiano, manifesti con il volto di Benito Mussolini per le celebrazioni della Festa del 4 novembre.

Il volto di Mussolini sui manifesti delle celebrazioni per la festa del 4 novembre. Ma questa volta la gaffe è di un sindaco della lista Cittadini & territorio, di ispirazione di centrosinistra. Nessun sentimento nostalgico e nessuna polemica sulla Destra italiana.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Festa 4 novembre, a Ospedaletto Lodigiano i manifesti con il volto di Mussolini

L’errore clamoroso lo ha fatto il sindaco di Ospedaletto Lodigiano, di una lista civica di Centrosinistra. Il primo cittadino Eugenio Ferioli è finito nella bufera per i manifesti stampati per le celebrazioni del 4 novembre. Sulle stampe compare infatti il volto di Benito Mussolini.

Il Comune ha scelto di stampare manifesti del 1937 senza curarsi del rischio storico. La copia celebra i caduti ospedalettesi della Prima Guerra Mondiale, ma tra i volti c’è anche quello del Dittatore Fascista.

Manifesto Mussolini Ospedaletto 4 novembre
Fonte foto: https://www.facebook.com/maurizio.anelli

Le polemiche dell’opinione pubblica e le scuse del sindaco

I manifesti, stampati in quindici copie e affissi per le vie del paese, hanno scatenato la polemica. Qualcuno ha deciso di strappare la parte del foglio dove campeggiava il volto del Duce, in molti hanno telefonato al sindaco per lamentarsi.

Il caso è arrivato negli uffici della Questura e della Prefettura, con i responsabili che hanno telefonato al primo cittadino per chiedere spiegazioni.

Diverse segnalazioni sono arrivate anche alla sezione nazionale del Partito democratico visto che la lista civica del sindaco è di ispirazione di centrosinistra.

Il sindaco ha respinto le accuse di apologia al Fascismo facendo sapere di essere intenzionato a scusarsi pubblicamente in occasione delle celebrazioni per il 4 novembre.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 04-11-2019


Festa dell’unità nazionale e delle Forze Armate. Mattarella: “Data che riassume i valori di identità nazionale”

Pomigliano d’Arco, il paese di Di Maio…e del Reddito di Cittadinanza? La replica del Ministero