Manovra, c’è chi ipotizza un aumento selettivo dell’Iva. Ci sarà davvero? Palazzo Chigi smentisce, Gualtieri al lavoro il la NaDef.

Il governo giallorosso continua a lavorare sulla riforma fiscale con lo scopo dichiarato di combattere l’evasione fiscale. Tra le proposte emerse c’è quella di incentivare l’uso della carta a discapito dei contanti e quella di premiare gli scontrini elettronici. In questa ottica era emersa l’indiscrezione di un possibile aumento selettivo dell’Iva, uno spettro che tra supposizioni e smentite continua ad aleggiare dalle parti del Mef.

La nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza

Salvo improvvise accelerazioni, la Nota di Aggiornamento del Def (Documento di Economia e Finanza) sarà approvata solo la prossima settimana, probabilmente nella giornata di lunedì. Conte e Gualtieri prendono tempo consapevoli del fatto che quella del 27 settembre non è una scadenza perentoria anche alla luce della trasformazione politica avvenuta in Italia a cavallo tra il mese di agosto e quello di settembre.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Roberto Gualtieri
Fonte foto: https://www.facebook.com/roberto.gualtieriue

La manovra economica

Il Presidente del Consiglio vuole gettare le basi per una manovra economica che possa rappresentare una vera e propria svolta che possa risollevare le sorti delle casse dello Stato. E la svolta passa anche per un cambiamento che interesserà i cittadini, probabilmente destinati a far sparire il contante anche dalle spese ordinarie, dove si dovrebbe preferire il pagamento con carta o bancomat. O almeno questa è l’intenzione del governo.

Ci sarà un aumento selettivo dell’Iva?

I piani di Conte si scontrano però con quelle che sono le coperture del Mef. Poche. Anche per questo motivo era circolata la notizia di un possibile aumento selettivo dell’Iva. La notizia ha avuto la sua risonanza mediatica nonostante la pronta smentita di Palazzo Chigi. Il clima di fiducia resta però basso e si attendono i documenti ufficiali che mostrino le intenzioni e i passi del governo.


Bce, crescita dell’Eurozona messa a rischio da dazi e Brexit

Chiesa, lo stipendio dei sacerdoti aumenta del 12 per cento