Il fratello di Mario Draghi Marcello è rimasto ferito in un incidente in motocicletta.

Il 13 marzo sera al Flaminio Marcello Draghi, il fratello del presidente del Consiglio è rimasto ferito in un incidente. Si è schiantato con la motocicletta e si è fratturato la gamba. L’incidente è avvenuto intorno alle 23. Il 69enne Marcello è rimasto coinvolto in uno scontro tra due moto. Mentre percorreva viale Tiziano con il suo scooter Sh Honda all’altezza di piazzale Manila si è scontrato con una Skoda Fabia.

Il fratello di Draghi dovrà rimanere circa venti giorni ricoverato all’ospedale Umberto I di Roma dove ieri sera è stato portato d’urgenza con un codice rosso. Un grande spavento per la famiglia del premier ma fortunatamente si tratta solo di una frattura alla gamba e niente di più grave. Gli inquirenti sono stati tempestivi a raggiungere il luogo dell’incidente per ricostruirne la dinamica.

Incidente moto
Incidente moto

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Draghi lontano dai riflettori

Intanto mentre il fratello Marcello è ricoverato in ospedale, il presidente Mario Draghi deve tornare ad occuparsi di questo momento difficile che sta affrontando il suo paese. Il suo governo sta lavorando per trovare una soluzione diplomatica alla guerra. Oggi probabilmente ci sarà un incontro con Washington secondo fonti diplomatiche, anche se non ufficializzato, dopo l’incontro degli Usa con la Cina.

Molti detrattori di Draghi si chiedono come mai sia escluso dai grandi negoziati, come quello che ha visto protagonisti Scholz e Macron insieme a Jinping. Il Draghi del whatever it takes sembra essersi assopito in questa fase di grande emergenza. Nel frattempo prepara il decreto per ridurre le accise sul carburante, senza le quali il rifornimento di carburante costerebbe la metà, ora che i prezzi sono arrivati alle stelle e sono ingestibili soprattutto per il mercato.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 14-03-2022


Guerra al confine con la Nato

Virginia, ex deputata, è tornata in Ucraina per combattere contro la Russia