Mattarella in Kenya: il discorso sulla lotta al cambiamento climatico
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Mattarella in Kenya: “Sul clima sforzi insufficienti”

Sergio Mattarella

In occasione della quinta missione nell’Africa sub-sahariana Mattarella ha affrontato l’attualissimo tema del cambiamento climatico.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha tenuto un discorso in un’università di Nairobi, in Kenya, durante il quale ha affrontato temi di attualità come la lotta al cambiamento climatico. Il capo di Stato, nella mattina del 14 marzo ha dato ufficialmente inizio alla sua visita nel Paese per onorare la sua quinta missione nell’Africa sub-sahariana.

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella

Dopo la visita all’università di Nairobi, è prevista poi anche una tappa a Malindi. “Buongiorno in questa splendida giornata di pioggia!”, esordisce il Presidente della Repubblica italiano. “Non si può fuggire dalla realtà. La riduzione delle emissioni nei tempi e nelle modalità indicate dalla comunità scientifica – ha continuato Sergio Mattarella – costituisce un obbligo ineludibile, che riguarda tutti. Non ci si può cullare nell’illusione di perseguire prima obiettivi di sviluppo economico per poi affrontare in un secondo momento le problematiche ambientali. Non avremo un ‘secondo tempo’ “.

Come fare soldi con le criptovalute e guadagnare?

Poi prosegue: “È evidente come contro i cambiamenti climatici la dimensione del singolo Stato sia assolutamente inadeguata. Gli sforzi di unità e indirizzo, realizzati a partire dalla costituzione dell’Onu, con le organizzazioni di integrazione continentale come l’Unione Europea e Unione Africana, non saranno mai sufficienti. Solo un’azione collettiva può essere capace di coniugare efficacia e solidarietà per evitare gli scenari catastrofici in atto e quelli che si annunciano. È il momento dell’unità, della coesione, non di divisioni fra Nord e Sud, fra Est e Ovest del mondo”.

Il presidente: “Italia verso istituzione di un Fondo per il Clima”

Secondo Mattarella è importante che “Africa ed Europa” assumano “congiuntamente un ruolo di guida. La cooperazione fra Europa e Africa – il cui futuro è in comune – è determinante per promuovere obiettivi ambiziosi. L’Africa detiene chiavi essenziali per il successo delle strategie di de-carbonizzazione del pianeta. La produzione di energia pulita e la sua efficace distribuzione sono fondamentali per lo sviluppo dell’Africa, come indicato nella strategia dell’Unione Africana sul clima. La transizione energetica, con la sua enfasi sulle energie rinnovabili e sull’economia circolare, apre nuovi e promettenti orizzonti di collaborazione per i nostri continenti. A tal riguardo, con l’istituzione di uno specifico Fondo per il Clima, l’Italia intende proporsi come soggetto di primo piano per interventi di finanza climatica. Dai grandi progetti per l’utilizzo dell’energia solare ed eolica, all’agricoltura 4.0, fino alla produzione di idrogeno verde, le potenzialità per il partenariato fra Africa e Europa sono numerose e tutte altamente promettenti”.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2023 15:29

Maternità surrogata, Roccella: “Combattiamo utero in affitto”

nl pixel