Il presidente della Repubblica ha sottolineato la necessità di avere organi di stampa indipendenti in un paese.

Sergio Mattarella a Messina per ricevere il premio internazionale Bonino Pulejo nel suo discorso ha parlato di fake news e stampa indipendente. Il presidente della Repubblica ha sottolineato il “fondamentale, importante e prezioso ruolo degli organi di informazione”.

Con la guerra in Ucraina, come ricorda il presidente Mattarella, stiamo assistendo ancor di più a ondate di fake news notizie false create dalla propaganda ed è molto difficile reperire informazioni che siano reali e che non rispecchino la politica del paese. Il dibattito tra la giornalista russa e la conduttrice di Otto e mezzo ha evidenziato come anche i giornalisti siano vittime della propaganda e facciano cattiva informazione. Lilli Gruber ha infatti ricordato quanto sia importante fare informazione in modo indipendente senza essere soggetti a censura.

Come ribadisce il presidente Mattarella. “Vi si agitano anche tentavi di notizie false, di nascondere la verità, la realtà e i fatti. L’importanza di organi indipendenti si manifesta ancora una volta fondamentale. Un sistema informativo che non si preclude alcuna voce, ma non subisce i falsi, sa informare con capacità critica i lettori su fatti e realtà”.

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Mattarella: “L’importanza di combattere le fake news”

Il problema delle fake news non è qualcosa che emerge ora con la guerra, ma anche durante la pandemia siamo stati vittime delle notizie false e il ruolo cruciale che ha avuto l’informazione nella gestione del virus. “Di fronte a propalazione di notizie false di scenari complottistici e di teorie anti scientifiche il sistema informativo del nostro Paese ha svolto un’importante funzione per sorreggere la buona conoscenza“, ha fatto notare Sergio Mattarella. “Se non fosse stato per la comunità scientifica che ci ha consegnato in breve tempo strumenti efficaci contro la pandemia noi oggi non potremmo essere qui perché l’ondata di contagi ancora presente non avrebbe gli effetti limitati che ha e probabilmente avrebbe effetti devastanti sull’economia del nostro Paese”.

Alla fine del suo discorso Mattarella è anche intervenuto sul Pnrr e sulla possibilità che questo strumento può essere per il Sud e per i giovani del sud.  

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 14-04-2022


Draghi rassicura: “Io resto qui”

Salvini: “Non faremo cadere Draghi, ma rivogliamo il nucleare”