Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, è stato minacciato di morte sui social media, e ha denunciato il tutto in un post ironico.

I politici, in quanto personaggi pubblici, sono spesso soggetti a critiche, anche piuttosto pesanti, nei loro confronti. Che gli autori delle critiche siano cittadini non contenti delle idee dei politici in questione, o che si oppongano ad alcune mosse di tali personaggi, è tutto lecito. Il problema si pone nel momento in cui le critiche diventano minacce, nemmeno troppo velate, di morte. Questo è quanto accaduto a Matteo Renzi, leader di Italia Viva, che ha deciso di parlarne sui social.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole del leader di Italia Viva

“Da quando ho parlato di reddito di cittadinanza hanno ricominciato con auguri e minacce di morte. Però, che diamine: il congiuntivo! Altrimenti si capisce subito di che partito siete! Si dice: spero che tu muoia. Anzi: sarebbe meglio non dirlo. Ma alla civiltà non siete abituati”. Queste le parole di Matteo Renzi sui social media, riguardo gli insulti subiti sempre sulle piattaforme digitali di comunicazione. Tra gli insulti arrivati al politico, Renzi ne cita uno in particolare: “Spero con tutto il cuore che tu muori!”.

Matteo Renzi
Matteo Renzi

Non è la prima volta che Matteo Renzi subisce questi vili attacchi alla sua persona, per mezzo di piattaforme di social media. Anche in occasione del dibattito sul Ddl Zan, un anno fa, il leader di Italia Viva aveva detto: Da quando abbiamo proposto di trovare una soluzione io ricevo email con minacce di morte. Quelli che dovrebbero sostenere una legge contro l’odio, mandano messaggi d’odio che stiamo raccogliendo con certosina pazienza”. Sempre in merito al Ddl Zan, in una diretta sui suoi profili social, Matteo Renzi aveva dichiarato: “Siamo oggetto di una campagna mediatica e social vergognosa, vogliono fare le manifestazioni sotto le sedi di Italia Viva” e “io sto ricevendo minacce di morte”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 03-06-2022


Conte: “Massima condanna della Russia, massimo appoggio all’Ucraina”

Letta sul lavoro: “Mai più tirocini e stage gratuiti”