Scuola, Salvini propone l'abolizione delle medie: "Tre anni di parcheggio"

La riforma della scuola di Salvini: “Le medie vanno abolite”

Modifica del sistema scolastico, Matteo Salvini propone l’abolizione delle scuole medie e la revisione del calendario. Troppi tre mesi di vacanza in estate.

Matteo Salvini ha presentato la sua riforma della scuola facendo esplodere una vera e propria bomba proponendo l’abolizione delle scuole medie, tre anni di buco che altri paesi non hanno.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

Salvini ‘ridisegna’ la scuola: abolire le medie e rivedere il calendario

Lavoriamo per eliminare i 3 anni di buco della scuola media, nessun Paese europeo ha questi tre anni di parcheggio“. È questa, come riportata dal Corriere della Sera, la prima proposta presentata da Matteo Salvini che debutta in un campo per lui anomalo. Abbandonando il tema della sicurezza, dei migranti e delle tasse, il numero uno del Carroccio ridisegnanella teoria ovviamente – il sistema scolastico. E la prima sfida fa rumore: abolire i tre anni di buco della scuola media.

Ma non è tutto. Salvini si spinge oltre e affronta un tema che fa discutere da anni. Quello delle vacanze estive. Il leader della Lega diventa portavoce dell’ala che cambierebbe il calendario scolastico per evitare la lunghissima sosta che va dal mese di giugno a quello di settembre. Anche in questo caso il punto di riferimento diventano altri paesi europei in grado di mettere in piedi un modello efficace.

Matteo Salvini Castel Volturno
fonte foto https://www.facebook.com/salviniofficial/

Azzolina (M5S): “Della scuola non si parla per slogan”

La Lega vuole rinnovare quindi il sistema dell’istruzione ma molti si domandano perché queste proposte non siano state avanzate quando il partito si trovava alla guida del Miur con Bussetti. La risposta, polemica, al leader leghista è arrivata da Azzolina, sottosegretaria all’istruzione del Movimento 5 Stelle: “Di scuola non si parla per slogan. Nella scuola media lavorano docenti, Ata e personale scolastico che meritano rispetto. Provo imbarazzo di fronte a queste proposte“.

ultimo aggiornamento: 14-11-2019

X