Migranti, la Procura di Agrigento chiede l’archiviazione per Casarini. Giustificato il suo ingresso in acque italiane nonostante il divieto delle autorità italiane.

Migranti, Casarini giustificato dal pm di Agrigento. Il comandante della Mare Jonio e il capo-missione, Casarini appunto, sono giustificati nella scelta di essere entrati in acque italiane nonostante il divieto delle autorità italiane. I due erano a capo di una missione di salvataggio e, dopo aver recuperato decine di migranti al largo della Libia, avevano deciso di entrare in acque italiane con la Mare Jonio.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

La procura di Agrigento chiede l’archiviazione per Casarini

La Procura di Agrigento ha chiesto l’archiviazione per Casarini e Marrone, entrati con la Mare Jonio in acque nazionali italiane. Questo nonostante il divieto delle autorità navali. I due sono accusati di favoreggiamento per l’immigrazione clandestina.

Secondo il pm la scelta dei due di entrare in acque italiane sarebbe stata giustificata dalle condizioni meteo e dalle condizioni dei migranti che si trovavano a bordo della nave. Il comandante della nave decise di fare rotta verso l’Italia perché considerata come unico porto sicuro.

Mare Jonio Mediterranea migranti
Fonte foto: https://www.facebook.com/Mediterranearescue

Patronaggio, “Il rimorchiatore Mare Jonio veniva fermato in alto mare, prima dell’ingresso nei confini nazionali”

“Viene conferito alle navi da guerra il potere di esercitare attività di polizia in mare sulle navi mercantili nazionali e viene, attribuito ai comandanti delle navi da guerra il potere di ispezionare le navi, esaminare la documentazione e richiedere informazioni. Nel caso che ci occupa, il rimorchiatore Mare Jonio, fermato in alto mare, prima dell’ingresso nei confini nazionali. E gli veniva impartito l’ordine di non accedere alle acque territoriali poiché non autorizzato”, scrive Patronaggio.

Salvini: “Il pm di Agrigento assolve la nave dei centri sociali”

Matteo Salvini ha commentato la notizia con un post condiviso sulla propria pagina Facebook. “Il PM di Agrigento assolve la nave dei centri sociali e condanna il ministro..?? Solo in Italia. Io non mollo, mai”.

Il PM di Agrigento assolve la nave dei centri sociali e condanna il ministro..?? Solo in Italia. Io non mollo, mai.

Pubblicato da Matteo Salvini su Giovedì 30 gennaio 2020

ultimo aggiornamento: 31-01-2020


Torino, scritta nazista sul campanello della figlia di un partigiano

‘Whirlpool non licenzierà nessuno’, la promessa (non mantenuta) di Luigi Di Maio…