Whirlpool chiude il sito di Napoli, Luigi Di Maio sotto accusa. Aveva assicurato di aver trovato un accordo con la società.

Il caso Whirlpool travolge Luigi Di Maio. Le sigle sindacali hanno indetto uno sciopero di sedici ore in seguito alla notizia della conferma della chiusura del polo di Napoli, che dovrebbe avere luogo il prossimo 31 ottobre.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Chiude il sito di Napoli della Whirlpool

In occasione dell’incontro al Ministero dello Sviluppo Economico, la società ha confermato l’intenzione di chiudere il sito di Napoli sancendo di fatto il fallimento della trattativa con il governo. Una trattativa lunga e complessa condotta in gran parte da Luigi Di Maio, finito al banco degli imputati.

Whirlpool
fonte foto https://www.facebook.com/pomiglianowhirlpool/

Sigle sindacali contro Luigi Di Maio

Proprio dalle sigle sindacali arriva il primo duro attacco all’ex capo politico del Movimento 5 Stelle, che quando era alla guida del Mise aveva assicurato di aver intrapreso la strada giusta per evitare la chiusura del sito di Napoli della Whirlpool. L’allora ministro aveva anche assicurato che nessuno dei lavoratori sarebbe stato licenziato.

Whirlpool non licenzierà nessuno e, anzi, riporterà in Italia parte della sua produzione che aveva spostato in…

Pubblicato da Luigi Di Maio su Martedì 30 ottobre 2018

Caso Whirlpool, Luigi De Magistris contro Luigi Di Maio

Per cambiare le carte in tavola, il governo deve fare delle proposte nuove, altrimenti l’azienda non cambierà mai idea. Bisogna mettere insieme la Regione, il Comune, i lavoratori, i sindacati, creando una soggettività nuova, mettendo assieme pubblico e privato, ma c’è bisogno della collaborazione del governo“, attacca il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ai microfoni di Radio CRC.

“È inaccettabile che una multinazionale venga, si prenda i soldi dello Stato e poi vada via. Ho trovato molto grave il comportamento di Di Maio nel Conte I, quando ha affermato di aver risolto la situazione, invece non era così. Illudere i lavoratori non è assolutamente accettabile. Bisogna premere nei confronti del Governo, così che prenda finalmente un ruolo. Napoli ha fatto la sua parte, abbiamo fatto proposte, siamo scesi in piazza. Questa città cos’altro può fare? Solo l’autogestione, ma ci aspettiamo che il governo dia una spiegazione chiara“.

Luigi de Magistris
Luigi de Magistris

Il governo sotto accusa

Ovviamente le critiche interessano tutto il governo, incluso il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il quale dall’inizio della sua avventura politica ha parlato della necessità di rilanciare il Meridione. Che adesso si trova di fronte a una possibile crisi occupazionale…


Agrigento, schiaffo a Salvini: “Casarini salvò vite umane, ingresso in acque italiane giustificato”

Johnson: “Brexit alba di una nuova era”