La questione migranti è tornata al centro del dibattito pubblico e politico. Ma quali sono i paesi europei che accolgono più migranti?

Il tema dell’emergenza migranti è ritornato a far discutere. La linea dura imposta dal governo Meloni e dal Viminale sulle entrate irregolari ha sollevato critiche da parte di Francia e Ue. Il governo di centrodestra vuole proteggere i confini e le entrare regolari nel nostro paese esigendo dall’Ue e dagli altri paesi una divisione degli oneri sull’accoglienza migranti. Ma l’Italia non è uno dei paesi che accoglie più migranti come mostrano i numeri.

I dati del 2021 sugli ingressi irregolari in Unione europea sono circa 87.300 che arrivano via terra e 112.600 che arrivano via mare. Le rotte principali di migrazione in Europa sono quelle del Mediterraneo e la rotta balcanica. La rotta del Mediterraneo ha portato oltre 70mila persone in Ue, ed è quella che arriva in Italia via mare. Attraverso il mare c’è anche quella che conduce verso Cipro che nella prima metà del 2022 ha accolto 20mila persone, così come la Spagna.

Attraverso la rotta balcanica, che è la più complessa perché non si tratta di sbarchi via mare ma di un percorso impervio pieno di difficoltà attraverso l’Asia fino alle porte dell’Ue in Croazia, ha portato 86mila migranti verso il centro Europa.

Migranti
Migranti

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

L’Italia non è il paese che accoglie più persone

In Italia, la maggior parte dei migranti arriva con sbarchi autonomi. Tra il 2020 e il 2021 sono stati oltre la metà mentre i soccorsi via mare di Guardia Costiera e Frontex si aggirano intorno al 31% degli sbarchi. Infine, solo il 16% delle persone che arriva alle nostre coste ci arriva tramite le navi delle Ong. Secondo i dati, gli ingressi irregolari nel settembre del 2022 in Italia e in Germania sono stati gli stessi con la sola differenza che in Italia si arriva via mare e in Germania attraverso la rotta balcanica.

Per quanto riguarda le richieste d’asilo, i numeri mostrano che dal 2008 al 2021 la Germania ha accolto molte più persone dell’Italia: 722mila profughi siriani accolti in Germania in un solo anno mentre in Italia sono arrivate 12mila richieste d’asilo. Questo però non è un dato completo sul numero di arrivi perché spesso il numero di richiedenti asilo è inferiore a quello degli arrivi.

Molto spesso i migranti che arrivano in Italia non vogliono restare qui e cercano un modo per andare verso i paesi del Nord e fare lì richiesta d’asilo. Spesso è proprio la Germania la destinazione ultima. Ma c’è anche il motivo per cui la richiesta d’asolo arriva mesi dopo l’arrivo. Inoltre, è un processo lungo per le richieste di protezione internazionale perché bisogna dimostrare che il ritorno nel Paese di origine ponga la persona in grave rischio.

La media annuale di richieste d’asilo nei quattro principali paesi Ue mostra che i dal 2008 al 2021 Germania e la Francia ne hanno ricevute rispettivamente 192mila e 77mila posizionandosi al di sopra di Italia e Spagna rispettivamente con 49mila e 33mila richieste annue. In rapporto alla popolazione, sono molti i paesi che hanno ricevuto più richieste rispetto all’Italia, oltre Francia e Germania anche Belgio, Olanda, Austria, Grecia e Svezia.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 10-11-2022


Iran, attrice posa senza velo con la scritta in curdo 

Segre contro le minacce di morte: “Ora denuncio”