Il club rossonero continua a fare passi in avanti per portare Fabregas a Milanello. Esiste un accordo verbale tra le parti ma i Blues chiedono sempre 25 milioni di sterline

Cesc Fabregas è il primo obbiettivo che il nuovo management del Milan ha messo nel mirino per la prossima campagna acquisti. Lo spagnolo in forza al Chelsea vanta quelle caratteristiche di qualità e personalità di cui necessita la rosa di Montella. I contatti con l’entourage del giocatore sono iniziati a gennaio e nelle ultime settimane sono ripresi con forza. Fassone e Mirabelli hanno deciso di dare un’accelerazione alla trattativa per piazzare il primo colpo di mercato.

Accordo di massima

Come riporta calciomercato.com, esisterebbe un accordo sulla parola con Fabregas, il quale sembra ormai ai titoli di coda della sua avventura a “Stamford Bridge”. I rapporti con Antonio Conte non sono idilliaci e il manager italiano non considera l’ex canterano del Barcellona come uno degli imprescindibili del Chelsea. Il giocatore ha in ogni caso un legame con i Blues fino al 2019 e il club di Abramovich non intende svenderlo. Se il classe ’87 chiede un ingaggio di 4,5 milioni netti più bonus a stagione, il club di Londra è fermo sulle sue richieste quantificabili in 25 milioni di sterline, pari a quasi 30 milioni di euro. Il quasi 30enne di Arenys de Mar è approdato al Chelsea nel 2014 in cambio di 33 milioni di euro.

Milan “iberico”

Qualora i rossoneri riuscissero a portare Fabregas in Italia, l’undici di Montella vedrebbe connotarsi sempre più come spagnoleggiante. La presenza di Suso non si discute – nelle prossime settimane si discuterà il rinnovo di contratto – mentre il futuro di Deulofeu è sempre più incerto, a causa della clausola che permette al Barcellona di riportarlo al “Camp Nou” sborsando 12 milioni. L’Aeroplanino spera di poter contare sui due esterni spagnoli più il centrocampista per poter proporre il calcio che preferisce…

milan

ultimo aggiornamento: 17-04-2017


Idea mercato dall’Olanda: fari puntati su Klaassen

La Juventus si gode Higuain: numeri da record per il Pipita