Milan, fiducia a Montella ma fino al derby, poi…

Il Milan conferma Vincenzo Montella in panchina ma non si illude: la garacon l’Inter diventa fondamentale ma la socetà vuole arrivare al derby con serenità.

chiudi

Caricamento Player...

Inizia a delinearsi più chiaramente il futuro del Milan e in particolar modo quello di Vincenzo Montella. Il tecnico – giustamente – predica calma e pazienza. Vuole un ambiente e uno spogliatoio sereno, ha visto i passi in avanti fatti dalla squadra nella sfida contro la Roma e continua ad essere particolarmente fiducioso. La dirigenza rossonera non condivide del tutto ma si affida al tecnico e lo protegge dall’inevitabile mare di critiche. Il secondo ko consecutivo ha cancellato quanto di buono fatto vedere nella gara contro la compagine allenata da Eusebio Di Francesco, ma anche questo è lecito. O meglio, questo è l’ABC del Calcio. Da sempre.

Il lavoro di Montella contro gli assiomi del Calcio: il derby è decisivo

Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli non dovrebbero optare per clamorosi avvicendamenti alla guida del Milan, non in questa settimana, non prima del derby. La pausa arriva forse nel momento peggiore per i ragazzi di Montella e per tutto l’ambiente rossonero. C’è chi ha voglia di rivalsa e chi ha voglia di rivoluzione, tutti comunque hanno voglia di giocare. Inter-Milan sarà una gara decisiva per capire la strada da intraprendere: qualora Vincenzo Montella dovesse incappare nella terza sconfitta consecutiva sarebbe con un piede fuori da Milanello. Mentre il tecnico cerca la quadratura del cerchio la classifica si allunga e la zona Champions si allontana. Giusto o sbagliato che sia – e spesso è sbagliato – a pagare è sempre l’allenatore e quello che conta sono i risultati, non le impressioni.