Milan, piace l’attacco ma non la difesa: ancora critiche su Leonardo Bonucci

Leonardo Bonucci ancora al centro delle critiche: il difensore in rossonero non convince i polemici.

chiudi

Caricamento Player...

Dopo il ko con la Lazio e la decisa inversione di rotta (e di marcia) da parte di Vincenzo Montella, il Milan ha risposto alle citiche con una goleada sul palcoscenico europeo e una vittoria, di quelle sporche che piacciono al tecnico, contro l’Udinese. Due risultati che hanno ridato fiducia a tutto l’ambiente milanista, che hanno fatto emergere i nomi di Calhanoglu, Biglia, André Silva e Nikola Kalinic, pezzi pregiati del mercato del Milan tenuti per troppo tempo ai box, forse eccessivamente penalizzati dal 4-3-3 e dall’eccessiva prudenza dell’allenatore, il quale forse avrebbe aspettato ancora un po’ prima di optare peril cambio modulo. Nonostante tutto continua la pressione mediatica su Leonardo Bonucci: ogni partita del capitano rossonero è passata sotto la lente d’ingrandimento a caccia dell’errore.

Milan, Bonucci ancora criticato

Contro la Lazio gran parte delle critiche sono cadute proprio sul centrale azzurro nonostante i gol bianco-celesti siano stati frutto di errori di reparto o indiviaduali, spesso rintracciabili nel mancato ripiegamento difensivo dei terzini alti voluti da Montella. Leo si è fatto carico delle mancanze del reparto e ha tirato avanti. A San Siro contro l’Udinese i rossoneri non hanno brillato forse per gioco ma sicuramente hanno sofferto poco, merito della prestazione collettiva e di un buon rendimento della difesa. Insufficiente forse solo Alessio Romagnoli, ma oggi in edicola le note negative hanno riguardato solo Bonucci, sicuramente non al top della forma ma di certo non tra i peggiori. Anzi.