Covid, il Ministero della Salute vieta la vendita delle mascherine U-Mask Model 2.1: “Potenziali rischi per la salute umana”.

Il Ministero della Salute ha vietato la vendita delle mascherine U-Mask Model 2.1, il nuovo modello marcato U-Mask che ha riscosso un considerevole successo dal momento dell’immissione in commercio.

Nelle motivazioni che accompagnano la decisione del Ministero si legge che queste mascherine comportano potenziali rischi per la salute umana. Questo dipende dall’assenza di un regolare processo valutativo in termini di sicurezza ed efficacia.

Il Ministero della Salute vieta quindi la messa in commercio di questi dispositivi, che non potranno essere venduti e che dovranno essere ritirati dal mercato.

Il Ministero della Salute vieta la vendita del nuovo modello U-Mask

Il nuovo modello, al centro di un’indagine condotta dalla Procura di Milano che ha aperto un fascicolo per frode nell’esercizio del commercio, sarà quindi ritirato dal mercato alla luce del divieto di vendita di sposto dal Ministero della Salute.

I Carabinieri verificheranno che vengano rispettate le indicazioni contenute nel provvedimento.

La società potrà presentare ricorso presso il Ministero della Salute o presso il Tar.

Ministero della Salute
Ministero della Salute

La nota del Ministero

Il Ministero ha individuato “dei potenziali rilevanti rischi per la salute umana derivanti dall’assenza di un regolare processo valutativo in termini di sicurezza ed efficacia e della conseguente assenza di garanzia sull’effettiva adeguatezza come strumento di prevenzione dei contagi“.

“I risultati dei test che il fabbricante ha reso disponibili in allegato al fascicolo tecnico non forniscono evidenza scientifica sulla capacità di mantenere inalterate le prestazioni del filtro fino a 200 ore di utilizzo“, prosegue la nota del Ministero della Salute.

TAG:
coronavirus

ultimo aggiornamento: 27-03-2021


Nuovo decreto, cosa cambia dal 7 aprile

Terremoto di magnitudo 5.6 nel mare Adriatico. Scossa avvertita a Napoli e Bari