CasaPound, Corte dei Conti: Miur e Demanio devono risarcire lo Stato. E il Pd attacca Salvini

Il Miur e il Demanio dovranno risarcire lo Stato per 4,6 milioni di euro per l’occupazione abusiva da parte di CasaPound dello stabile in via Napoleone III.

Roma, CasaPound costa quattro milioni e mezzo al Miur e al Demanio. Per la Corte dei Conti nove dirigenti dell’Agenzia del Demanio e del Miur devono risarcire 4,6 milioni di euro allo stato per l’occupazione abusiva del palazzo nel cuore della Capitale da parte del movimento di estrema destra.

Occupazione abusiva da parte di CasaPound, Demanio e Miur devono risarcire 4,6 milioni di euro

Secondo la nota della Corte dei Conti, per il danno erariale da occupazione Miur e Demanio dovranno risarcire più di quattro milioni e mezzo di euro.

La responsabilità riconosciuta dalla Corte è quella di non essersi mossi per le dovute vie per evitare o mettere fine a quella che da un punto di vista legale rappresenta un’occupazione abusiva.

L’occupazione dura da quindi anni e nell’arco di tempo in questione ha avuto un costo ingente per le casse dello Stato.

CasaPound
Fonte foto: https://www.facebook.com/casapounditalia

Dove si trova la sede di CasaPound a Roma?

La sede romana di CasaPound si trova in via Napoleone III, nel cuore della città, a pochi metri dalla centralissima stazione Termini.

Dal 1958 l’edificio ‘è affidato alla gestione del Ministero dell’Istruzione, che nel 2003 ha traslocato. A quel punto l’edificio è stato occupato dal neonato comunque emergente CasaPound.

La sinistra chiede lo sfratto di CasaPound dalla sede via Napoleone III

Continua intanto la polemica sullo sfratto dell’immobile. A norma di legge gli occupanti devono lasciare lo stabile così come accaduto per quelle che abitavano i centri sociali e i centri di accoglienza liberati dalle autorità.

La mancata esecuzione dello sfratto ha aperto una battaglia politica, con il Pd (ma non solo) che ha accusato Salvini di non muoversi in tal senso per un’amicizia elettorale e ideologica con l’estrema destra.

Salvini non continui a fare orecchie da mercante su Casapound. Che aspetta a far sgomberare l’immobile di via Napoleone III, a Roma, occupato abusivamente dall’associazione neofascista? Non gli basta aver appreso dalla Corte dei Conti che il danno erariale ammonta a 4,6 milioni di euro?“, ha dichiarato Stefano Pedica.

ultimo aggiornamento: 18-06-2019

X