La modalità in incognito di Chrome per Android ci permette di visitare alcuni siti senza lasciare le abituali tracce. Ecco come funziona

Google Chrome è storicamente stato uno dei primi browser ad avere una funzione specifica per permettere a noi utenti di usare la modalità in incognito, lasciando un numero decisamente minore di tracce del nostro passaggio sulla rete.

Questa modalità in incognito è presente su qualsiasi versione di Google Chrome, compresa la popolare versione Android distribuita sulla grande maggioranza dei telefoni cellulari con il robottino nel marchio.

Poiché la modalità in incognito è piuttosto utile se siamo interessati alla nostra privacy. Vediamo insieme come imparare ad usarla.

Come usare la modalità incognito su Google Chrome Android.

Utilizzarla in uno smartphone Android è molto semplice. Per prima cosa apriamo il browser Google Chrome sul nostro dispositivo e clicchiamo sul pulsante Hamburger (le tre linee verticali nell’angolo in alto a destra).

Da qui facciamo tap sulla voce nuova scheda in incognito. Questo farà aprire all’applicazione una scheda dedicata alla navigazione in incognito.

Modalita incognito chrome Android

Per ottenere un può di privacy in più possiamo spuntare la voce blocca cookie di terze parti.

Modalita incognito chrome Android

Per aumentare ancora di più il livello di privacy della nostra navigazione possiamo, sempre dal menu hamburger, aprire le impostazioni, selezionare la voce Privacy e Sicurezza e abilitare la modalità non tenere traccia. Questa modalità sostanzialmente richiede ai siti di non osservare i dati di navigazione dell’utente e, grazie ad essa, alcuni siti web potrebbero ad esempio modificare le inserzioni pubblicitarie evitando di mostrare annunci personalizzati.

Modalita incognito chrome Android

Adesso che abbiamo aperto una scheda in incognito, quest’ultima comparirà al di fianco di quelle normali, in una colonna diversa. Le schede in incognito vengono caratterizzate dalla presenza di un icona con baffi e cappello.

Incognito, navigazione anonima… cosa significa di preciso?

Ora che abbiamo capito come utilizzare questo tipo di navigazione cerchiamo di capire più precisamente a cosa serve.

La modalità in incognito di Google Chrome (o quelle equivalenti degli altri browser e delle altre versioni) non ci rende invisibili in Internet.

Lo scopo è quello di far salvare a Google il minor numero possibile di dati riguardanti la nostra navigazione. Questo significa che navigando in incognito, almeno con le impostazioni standard, il browser non salverà la cronologia, i cookies, le password e più in generale non memorizzerà informazioni sulla sessione. La modalità in incognito, inoltre, mantiene intatti i file scaricati ed i segnalibri memorizzati.

I siti internet invece saranno più che consapevoli del nostro passaggio, motivo per cui la modalità incognito non serve per navigare in modo sicuro. Se vogliamo navigare in modo sicuro è necessario imparare ad utilizzare una VPN.

A cosa serve quindi la modalità incognito?
Serve a farci navigare in modo relativamente tranquillo se stiamo utilizzando un dispositivo condiviso con altre persone, come un computer di un internet point o un computer d’ufficio.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
android Chrome guide mobile privacy tech

ultimo aggiornamento: 25-11-2020


Come cambiare nome su Facebook

Come importare i preferiti in Edge, il nuovo browser Microsof