Trovato il corpo carbonizzato di una donna: si tratta di Alice Neri. Il marito aveva segnalato la sua scomparsa giorni fa agli inquirenti.

Gli inquirenti, nella giornata di ieri, hanno ritrovato il corpo carbonizzato di Alice Neri, una 32enne residente a Modena. Qualche giorno prima suo marito aveva sporto denuncia in seguito alla scomparsa della donna. Poi il tragico rinvenimento. 

È giallo a Modena. Alice Neri era madre di una bambina. Da due giorni non aveva più fatto rientro a casa. A sporgere la denuncia della sua scomparsa il suo stesso marito, Nicholas Negrini, lo scorso 17 novembre. La donna non avrebbe più fatto rientro nella loro casa di Rami di Ravarino. 

sirene Polizia

Poi ieri il tragico ritrovamento: il cadavere di Alice è stato ritrovato carbonizzato. Gli inquirenti sono riusciti a risalire all’identità della donna grazie alla sua automobile. Il corpo ormai privo di vita si trovava all’interno del bagagliaio della vettura, che si trovava parcheggiata in una zona di aperta campagna a Fossi di Concordia.  

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le indagini

Adesso gli inquirenti indagano sulla vicenda. Sarà l’esame del Dna a chiarire con certezza se il corpo appartenga o meno alla donna 32enne. Comunque, per i carabinieri la questione è chiara. Durante la mattinata di oggi, 20 novembre, il pubblico ministero Claudio Natalini che coordina le indagini, ha predisposto un sopralluogo all’interno dell’abitazione in cui la donna viveva con il marito e sua figlia. 

In seguito alle prime attività investigative, i militari hanno già sequestrato alcuni oggetti personali appartenenti ad Alice. Inoltre gli inquirenti hanno convocato il marito della donna in caserma, per poterlo ascoltare.  

Per il momento l’uomo è libero, e non risulta iscritto nel registro degli indagati. Secondo quanto appreso starebbe anche collaborando con i militari per scoprire cosa sia successo a sua moglie. Anche alcuni residenti della zona in cui è stata ritrovata la vettura sono stati ascoltati dai carabinieri. Secondo quanto riferito dagli abitanti della zona, l’automobile della donna durante la prima parte della giornata di ieri non si trovava in quella zona.  

La Procura ha già predisposto per i prossimi giorni l’autopsia sul cadavere della donna, attraverso la quale sarà possibile chiarire alcuni dettagli sulla vicenda, nonché le esatte cause che hanno condotto la donna al decesso. Per gli inquirenti è fondamentale chiarire se la donna sia deceduta prima o dopo essere stata carbonizzata.  

Lungo il tragitto percorso dall’auto ci sarebbero anche delle videocamere di sorveglianza, i cui filmati verranno sequestrati dalle forze dell’ordine per ricostruire l’ordine degli eventi. L’acquisizione dei filmati avverrà nelle prossime ore di oggi. 

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 20-11-2022


Selvaggia Lucarelli, muore per Covid la madre della giornalista

Triplice omicidio a Roma, parla la madre del killer