Emergenza coronavirus in Italia, aumentano ancora i ricoveri in ospedale. Aumentano anche i bambini ricoverati.

Aumentano in sei regioni i ricoveri in terapia: è quanto emerge dal monitoraggio Agenas del 5 gennaio relativo al 4 gennaio. A livello nazionale il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva resta stabile al 15%. Per quanto riguarda il tasso di occupazione dei posti letto in area medica, a livello nazionale si passa dal 19 al 20% con un aumento registrato in tredici regioni italiane.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Coronavirus, i ricoveri in area medica: i dati del monitoraggio Agenas

Per quanto riguarda i ricoveri in area medica, i ricoveri si attestano al 47% in Valle d’Aosta. In Calabria il tasso di occupazione si attesta intorno al 32% mentre in Liguria siamo al 31. Sotto la soglia del 30% troviamo l’Umbria, che si ferma al 27%.

Terapia intensiva coronavirus
Terapia intensiva coronavirus

Monitoraggio Agenas, i ricoveri in terapia intensiva

I ricoveri in terapia intensiva aumentano in Abruzzo, in Basilicata, in Lombardi, nella Provincia Autonoma di Bolzano, in Piemonte e in Valle d’Aosta. I ricoveri calano in Campania e in Friuli Venezia Giulia. Stabile la situazione nelle altre Regioni italiane.

Aumentano i bambini ricoverati

Stando ai dati provenienti dagli ospedali sentinella della Fiaso, tra il 28 dicembre e il 3 gennaio i pazienti con meno di diciotto anni ricoverati per il Covid sono aumentati dell’ottantasei per cento circa. Sono aumentati anche i ricoveri dei bambini in terapia intensiva, che passano da due a sei. Numeri fortunatamente bassi ma che evidenziano un peggioramento della situazione.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

coronavirus

ultimo aggiornamento: 05-01-2022


Preoccupa IHU, la nuova variante del Covid individuata in Francia

Incidente in montagna in provincia di Lecco, ritrovato morto l’escursionista disperso