Emergenza coronavirus in Italia, il monitoraggio Iss del 2 aprile. Le regioni che cambiano colore dopo il lockdown di Pasqua.

Arriva alla vigilia del lockdown di Pasqua il nuovo monitoraggio Iss, in base al quale saranno decisi i colori delle Regioni dopo il 5 aprile, quando terminerà la zona Rossa nazionale istituita dal governo per limitare al massimo gli spostamenti nei giorni di Pasqua. Ricordiamo che con il decreto Aprile il governo ha confermato la sospensione della zona Gialla, quindi anche la prossima settimana l’Italia sarà rossa e arancione. Senza giallo e con ogni probabilità senza zone bianche.

Coronavirus
Coronavirus

Coronavirus, il monitoraggio Iss del 2 aprile: indice Rt sotto l’1

Nei giorni prima del monitoraggio, l’Istituto Superiore di Sanità ha espresso la propria preoccupazione per la diffusione della variante inglese, che come sappiamo è caratterizzata da una maggiore velocità di trasmissione rispetto alla forma tradizionale del virus.

Preoccupa anche la pressione sulle strutture ospedaliere e non può essere ignorato il dato legato ai decessi.

La buona notizia è che la curva dei contagi mostra i primi segni di una evoluzione positiva. Questo lascia sperare che entro la metà del mese di Aprile la situazione possa tornare sotto la soglia critica in quasi tutto il Paese.

L’indice Rt medio a livello nazionale torna sotto l’1 e scende a 0,98. I dati mostrano un rallentamento dell’epidemia ma la situazione resta preoccupante soprattutto per quanto riguarda i ricoveri in ospedale.

Le Regioni che cambiano colore dopo Pasqua

Come anticipato, le Regioni cambieranno colore dopo il lockdown di Pasqua. Dal 3 al 5 aprile infatti tutte le regioni saranno in zona Rossa. Poi si tornerà al classico sistema a colori ma senza la zona Gialla, sospesa anche per il mese di aprile.

Veneto e Campania hanno buone possibilità di passare in zona Arancione. Per la Regione guidata da De Luca il passaggio in arancione è altamente probabile, alla luce dei dati, mentre per la Regione guidata da Zaia si attendono i dati e la valutazione della Cabina di Regia. Per Lombardia, Emilia Romagna, Toscana e Puglia si prospetta la permanenza in zona Rossa. Il Piemonte è più in bilico ma dovrebbe rimanere nella zona con maggiori restrizioni. In queste ore si discute tanto della Sicilia dopo lo scandalo che ha travolto la Regione. Si parla di dati manipolati e decessi spalmati nei giorni per evitare la zona Rossa. Ad oggi fare il punto della situazione è complicato. Per quanto riguarda la zona Arancione, il Lazio spera nella conferma, così come la Liguria che però ha dati più incerti.

Secondo le anticipazioni fornite da la Repubblica, il Veneto dovrebbe passare in zona Arancione mentre la Campania va verso la conferma della zona Rossa. Verso l’Arancione anche le Marche e la Provincia di Trento. Nessuna delle Regioni in Arancione dovrebbe passare in zona Rossa.

TAG:
coronavirus primo piano

ultimo aggiornamento: 02-04-2021


Covid, spaventa la variante brasiliana: sarebbe più aggressiva e più letale tra i giovani

Morte Astori, la Procura chiede un anno e sei mesi per il medico Galanti