Montella a Sky: “Borini esterno, ci sto lavorando. E su André Silva…”

Il tecnico rossonero ha parlato anche di Calhanoglu e dell’infortunio di Andrea Conti. Ecco tutte le dichiarazioni di mister Montella.

chiudi

Caricamento Player...

Dopo la classica conferenza stampa di vigilia, Vincenzo Montella si è fermato ai microfoni di Sky Sport. Ecco le dichiarazioni rilasciate dal tecnico rossonero: “In queste ore ho pensato molto, ho fatto un’analisi attenta e non umorale. La prestazione di Genova è stata scialba, non all’altezza del Milan. Abbiamo il campo per cambiare questa tendenza. La società mi sostiene, è importante che si faccia sentire per farci crescere e migliorare”.

Europa League, il Milan ospita il Rijeka a San Siro

Nel corso dell’intervista, Montella ha parlato anche dell’addio del preparatore atletico Emanuele Marra: “Lo ringrazio, per me è un fratello. Il mio staff è come una famiglia. C’erano leggere divergenze, ma lo ringrazio tanto e gli auguro il meglio. Non rinnego nulla”. L’Aeroplanino non ha alcuna intenzione di mollare: “La mia carriera è stata sempre costellata da situazioni traumatiche che mi hanno fatto crescere. Dalla reazione alle difficoltà si capisce anche il valore di un tecnico”.

L’infortunio di Andrea Conti pesa come un macigno: “È un giocatore giovane, entusiasta e di qualità. Ci mancherà, gli auguriamo di tornare il prima possibile. Abbiamo delle soluzioni alternative, una di queste è Borini, su cui sto lavorando”. Una considerazione anche su Calhanoglu e André Silva: “Hakan è un giocatore di grande talento. Viene da mesi in cui non ha giocato, è arrivato in un nuovo campionato, ha bisogno di crescere, a volte anche riposando. Non può giocare ogni tre giorni. André Silva è un ragazzo di ventuno anni, deve crescere e adattarsi alle difese italiane, che ti lasciano mezzo secondo in meno. Dimostrerà le sue enormi potenzialità”.