Montella: “Sfida tosta domani. Cutrone mi ricorda me, ma ha più fame”

Il tecnico rossonero alla vigilia della sfida col Craiova: “Niang è tornato più maturo, lo scorso anno si era perso“.

chiudi

Caricamento Player...

Montella conferenza Craiova – Vincenzo Montella ha presentato in conferenza stampa la sfida di domani con il Craiova, la partita che segna il ritorno del Milan in Europa 1234 (milleduecentotrentaquattro!) giorni dopo l’ultima volta. Queste le parole del tecnico, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “In estate è stato fatto un mercato coraggioso, importante. Abbiamo dovuto recuperare rispetto al ‘non mercato’ degli ultimi anni. I dirigenti sono stati bravissimi ad andare anche oltre le mie aspettative. Iniziamo una stagione importantissima, dobbiamo andare anche oltre le mie aspettative. Iniziamo una stagione importantissima, dobbiamo andare veloce, abbiamo obiettivi importanti. Abbiamo bisogno dell’affetto della gente, che ce lo sta già dimostrando. Il nostro compito è non perdere questo entusiasmo“.

Montella conferenza Craiova: “Paletta e Sosa? Il mio compito è scegliere

Continua quindi il tecnico parlando dei giocatori a disposizione, tra i quali non ci sono Bonucci e Biglia. Fuori rimangono anche Bacca, Paletta e Sosa: “Le loro esclusioni? Il mio compito è scegliere, azzerando anche quello che è successo lo scorso anno. L’esclusione è dovuta sia al mercato sia perché altri mi possono dare più garanzie. Niang? Lo scorso anno si è perso ma è tornato più maturo. La sfida è allungargli questa concentrazione. Kessié ha avuto un impatto importantissimo, il Milan lo ha pagato tantissimo, ci aspettiamo tantissimo da lui e per ora non ha disatteso le attese. Cutrone? Sta avendo una grande crescita e ha tanta voglia di essere protagonista. Le sue caratteristiche si avvicinano a quello che io ero in campo, forse lui ha più voglia del gol“. Sulla gara di domani, il tecnico ha aggiunto: “Sento la giusta pressione, ma è soprattutto curiosità. Sono veramente curioso di vedere le squadre in campo e conoscere come li affrontiamo. Pronostico? Sono ottimista“.