Morto a 6 anni per gli abusi del padre: "Il corpo non ha retto"
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Morto a 6 anni per gli abusi del padre: “Il corpo non ha retto”

violenza su bambino

Una terribile vicenda ha sconvolto il mondo intero: un bambino è morto a 6 anni dopo gli abusi e le costrizioni di suo padre.

La vicenda ha sconvolto tutto il mondo in queste ore e arriva dagli USA. Christopher Gregor, un cittadino statunitense di 31 anni, è accusato di aver causato la morte del proprio figlio, Corey Micciolo, di appena 6 anni. Il genitore lo avrebbe costretto ad allenamenti massacranti di ginnastica che ne hanno poi provocato la morte.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

violenza su bambino

Morto a 6 anni: “Il corpo non ha retto”

Secondo quanto si apprende, la triste vicenda di abusi e costrizioni arriva dagli USA e sarebbe avvenuta nel 2021. Christopher Gregor, cittadino statunitense 31enne, è ora accusato di aver causato la morte del proprio figlio di appena 6 anni. Il genitore lo avrebbe costretto ad allenamenti massacranti di ginnastica perché lo riteneva “troppo grasso”.

Il padre del compianto bambino morto a 6 anni sarebbe sotto accusa in particolare dopo che agli atti dell’inchiesta sono finite le immagini immortalate dalle telecamere di sorveglianza che mostrerebbero, appunto, le sedute di training a cui sottoponeva il figlio.

Il video terribile

Nel filmato a disposizione degli inquirenti si vedono immagini terribili. In particolare si nota l’uomo posizionare il figlio sul tapis roulant e incrementare la velocità fino a vedere il bambino volare via, non in grado di reggere il ritmo scelto dal genitore. A rendere tutto ancora peggiore, gli abusi del padre che, non soddisfatto, lo è andato a riprendere per rimetterlo ancora sull’attrezzo fino all’ennesima caduta.

I fatti hanno sconvolto tutta la comunità e il mondo intero e a far discutere anche la posizione della madre. Infatti, pare che alla visione del video, l’ex compagna dell’uomo e mamma del piccolo sia scoppiata a piangere in tribunale. La donna avrebbe spiegato ai giudici di aver notati le ferite sul figlio ma di non essere riuscita a comprendere cosa stesse accadendo.

Successivamente ai fatti mostrati nel video, il bambino si sarebbe svegliato pochi giorni dopo avvertendo una forte nausea e in stato confusionale. Inutile l’intervento dei sanitari in ospedale con il decesso che è arrivato poche ore dopo. Il ragazzino non ha retto allo sforzo fisico. Sul corpo del piccolo sono state riscontrate anche ferite da corpo contundente al petto e all’addome e una lacerazione al cuore.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 3 Maggio 2024 13:18

Orrore in culla: neonato di pochi mesi trovato morto

nl pixel