Tragedia nel mondo dello sport. È morto a soli 25 anni l’ex campione mondiale di pattinaggio in linea, Riccardo Passarotto.

Gli incidenti stradali in Italia sono una piaga sociale. Moltissime persone muoiono ogni anno per strada, a causa di negligenze degli automobilisti, di problemi del manto stradale, di colpi di sonno, nonché di incomprensioni tra due guidatori. È complicato riuscire ad arginare tale problema, in quanto non ci sono soluzioni “semplici” che possano risolvere questo dramma in fretta. Ebbene, nella notte tra ieri e oggi (tra mercoledì 18 maggio e giovedì 19 maggio), un incidente stradale ha portato via Riccardo Passarotto, ex campione mondiale di pattinaggio in linea. Il dramma si è consumato a Rovigo, e il mondo dello sport è in lutto.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La dinamica dell’incidente

Riccardo si trovava sulla sua moto nella notte di ieri, quando, per motivi ancora da accertare, si è schiantato contro una centralina dell’Enel. L’impatto con la struttura in cemento è stato durissimo, sebbene Riccardo non sia morto sul colpo. I soccorsi tempestivi non sono riusciti a salvare lo sportivo dalla morte, in quanto Riccardo Passarotto è passato a miglior vita poco dopo essere stato ricoverato nel reparto di rianimazione. Passarotto era un ex campione di pattinaggio in linea, ma negli ultimi anni era diventato un body builder e un preparatore atletico. Gli sportivi di tutta Italia sono distrutti per questo terribile avvenimento.

Incidente moto
Incidente

La nota della Federazione

La Federazione italiana sport rotellistici ha dichiarato quanto segue in una nota, in merito alla tragica morte di Passarotto. Ieri notte un terribile incidente stradale ci ha portato via un nostro ex atleta che ha fatto della passione il filo conduttore di tutta la sua vita, per il pattinaggio prima e per il body building poi. Riccardo Passarotto ne ha vinte tante di medaglie nel pattinaggio: italiane, con la Skating Club Rovigo, e internazionali. La più prestigiosa è sicuramente la medaglia d’oro al mondiale di Kaohsiung2015 nella 100 metri. La Federazione intera si unisce al cordoglio della famiglia e di coloro che lo hanno conosciuto”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-05-2022


Sparatoria in Germania: almeno un ferito

Il racconto di Pavel Broska, il giornalista torturato dai russi