MotoGP, cancellato il GP della Malesia. Al suo posto doppio appuntamento a Misano.

ROMA – E’ stato cancellato il GP della Malesia, quindicesimo appuntamento con il Mondiale della MotoGP. La Dorna è stata costretta ad annullare il weekend sul circuito di Sepang per la pandemia e le conseguenti restrizioni per evitare l’aumento dei contagi.

Al suo posto è stato scelto un secondo round sul circuito di Misano. Una opportunità in più per i tifosi di Valentino Rossi e di tutti gli altri piloti che difendono la bandiera italiana.

Doppio appuntamento a Misano

Un doppio appuntamento a Misano che potrebbe essere una grande occasione per i piloti italiani. Dopo il consueto weekend del 19 settembre, il circus ritornerà sul circuito intitolato a Marco Simoncelli nel weekend dal 22 al 24 ottobre.

Il Gran Premio molto probabilmente sarà aperto al pubblico, ma la percentuale sarà decisa solamente a ridosso dell’evento e in base all’andamento della pandemia. I numeri saranno sicuramente tra il 35% e il 50%, ma non si esclude una cifra più alta in caso di un miglioramento della situazione epidemiologica in Italia e per questo motivo è possibile un aumento della presenza sul circuito dedicato a Marco Simoncelli.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

MotoGP
MotoGP

Le altre gare confermate

Confermate, al momento, le altre gare e non dovrebbero esserci particolari rischi di rinvio. Gli occhi naturalmente sono puntati su Stati Uniti e Argentina, forse i due fine settimana in bilico proprio per la presenza di restrizioni per la pandemia.

La Dorna è in contatto quotidianamente con le autorità locali e una decisione sarà presa solamente nel mese di settembre. I vertici della MotoGP sperano di poter concludere la stagione con le 19 gare in programma e senza particolari sostituzioni, ma non si esclude un cambio di programma in caso di un cambio del quadro epidemiologico in tutto il mondo e, per questo, l’attenzione resta sempre molto alta.

ultimo aggiornamento: 19-08-2021


Fca, multa da 30 milioni per il caso delle tangenti al sindacato

Formula E, la Mercedes lascerà il Mondiale alla fine del 2022