Il governo Meloni annuncia la presentazione dell’emendamento che prevede il rinvio delle multe per i non vaccinati.

Ancora sotto torchio la questione delle multe inviate agli over 50 che non si sono vaccinati. Le norme prevedevano 10 giorni successivi all’avviso di multa, in cui il soggetto interessato poteva rivolgersi all’Asl avvisando di un’avvenuta vaccinazione, un test positivo del tampone o un documento di esenzione. Ad oggi al Governo si punta al rinvio delle multe, ma c’è chi vorrebbe l’annullamento.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Il governo Meloni annuncia che le multe previste per gli over 50 che non si sono vaccinati potrebbero essere rinviate, se non proprio annullate. Si tratta di 1,2 milioni di italiani, tra cui il personale scolastico e le Forze dell’ordine. Anche il ministro per i Rapporti col Parlamento Luca Ciriani dichiara la sua approvazione.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Rinvio delle multe

In riferimento al dl Aiuti ter, la neopremier Giorgia Meloni sarebbe pronta a rinviare le multe per tutti coloro che erano tenuti a vaccinarsi a partire da gennaio 2021, ma non l’hanno fatto. L’emendamento presentato dal nuovo esecutivo ora sarebbe all’esame della commissione Speciale della Camera e atteso in Aula il prossimo 8 novembre.

Mentre la Lega spinge sull’annullamento completo delle sanzioni, Ciriani spiega che c’è l’ipotesi che queste vengano semplicemente rinviate, “non di annullare o congelare le multe ma solo il rinvio del termine”. Luca Coletto, responsabile del dipartimento Sanità della Lega, invece afferma che è inutile “tenere in piedi questi provvedimenti” ancora oggi.

Anche il capogruppo della Lega Massimiliano Romeo, ha chiesto “una pacificazione nazionale” sul tema del covid e di “fermare, una buona volta per tutte, le multe che arrivano oggi a chi non si era vaccinato”. “Una cosa che dovrebbe riguardare chi non ha adempiuto all’obbligo vaccinale, anche tra i medici”, spiega con riferimento ai sanitari no-vax allontanati dagli ospedali.

Chi sono gli over 50 multati?

Coloro che sono stati multati all’inizio dell’anno corrente per non essersi vaccinati, fin ora riguarda 1,2 milioni di italiani. Si tratta di over 50, forze dell’ordine e personale scolastico. Chi ha ricevuto l’avviso da parte dell’Agenzia delle entrate, aveva 10 giorni per presentare i documenti che dimostravano il rispetto dell’obbligo vaccinale mandando una email alla propria Asl di residenza dimostrando l’esenzione, la vaccinazione all’estero o una infezione da covid.

Poi occorreva comunicare all’Agenzia di riscossione di aver trasmesso i documenti alla Asl. Chi non è in regola aveva invece 60 giorni di tempo per pagare la multa. Ora potrebbe non essere più necessario.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 27-10-2022


Oggi Instagram in down, problemi in tutta Italia

Corea del Nord: nuovi missili verso il Giappone