Al vertice di Berlino della Nato Ankara ha aperto alla possibilità dei due paesi scandinavi nell’alleanza ma con garanzie.

Il vertice Nato tenutosi a Berlino si è concluso con un’apertura da parte della Turchia sull’entrata di Svezia e Finlandia nell’alleanza atlantica. Il presidente turco Erdogan aveva subito frenato sull’allargamento scandinavo della Nato rischiando di porre il suo veto in merito. Il vertice dei ministri degli esteri però ha lasciato intendere che la volontà di Erdogan non sia quella di un’opposizione di principio.

Ma il ministro degli esteri Cavasoglu ha posto ai due omologhi di Svezia e Finlandia la condizione per l’entrata nella Nato, ovvero delle garanzie. “Non stiamo cercando di trarre qualche vantaggio, la nostra posizione è chiara, abbiamo bisogno di garanzie di sicurezza” ha detto il diplomatico turco. La questione è semplice da parte di Ankara: la Turchia vuole che i due paesi scandinavi smettano di sostenere il Pkk e ospitare sul loro territorio le organizzazioni curde. In più, Svezia e Finlandia devono cessare l’embargo di esportazioni di armi verso la Turchia.

bandiera turchia
bandiera turchia

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La Turchia accusa i due paesi scandinavi di sostenere i terroristi

La critica di Cavasoglu si scaglia soprattutto contro la Svezia, con tanto di prove fotografiche, dove secondo la Turchia, si sarebbe tenuto un vertice del Pkk, il partito dei lavoratori curdi, ritenuta un’organizzazione terrorista dall’Occidente. Mentre alla Finlandia ha criticato la sua tolleranza verso i Tpg, i curdi siriani, considerati alla pari del Pkk da Ankara.

“Si tratta dell’appoggio al terrorismo di due potenziali paesi membri e noi abbiamo espresso le nostre fondate preoccupazioni ha detto il diplomatico turco. La Turchia non sta chiudendo le porte, ma solo sollevando un problema, hanno insistito da Ankara. Questo fa intendere che una soluzione possa essere trovata affinché si rispettino le condizioni e le garanzie di sicurezza nei confronti del terrorismo che chiede la Turchia. Il voto di Ankara è fondamentale per la ratifica dei due paesi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 16-05-2022


Mariupol mette in crisi Putin. Cosa sta succedendo?

Mascherine in aereo, le novità