Cosa cambia sull’uso delle mascherine in aereo in Italia e in Europa. Le disposizioni prevedono l’uso del dispositivo fino al 15 giugno.

Sono state apportate delle modifiche relative all’utilizzo delle mascherine in aereo. Infatti, a partire dalla giornata di oggi lunedì 16 maggio, termina l’obbligo dell’uso della mascherina in Europa. In Italia e in Germania invece, l’obbligo rimane e non decade fino al 15 giugno. Mentre in Germania fino al 23 settembre 2022.

Per cui, nel nostro paese, obbligo mascherine rimarrà in vigore ancora per un mese circa. L’Agenzia dell’Unione europea per la sicurezza aerea (Easa) ed il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), hanno predisposto un aggiornamento. Quest’ultimo riguarda le misure sanitarie di sicurezza da attuare durante i viaggi.

L’utilizzo della mascherina, il dispositivo di protezione in uso, non sarà più obbligatorio nei voli dell’Unione europea ed anche all’interno delle strutture aeroportuali. Nonostante questa disposizione, la Easa e la Ecdc, sottolineano che “la mascherina resta una delle difese migliori contro la trasmissione di Covid-19″, e usarla è fortemente raccomandato per chi tossisce o starnutisce, nonché per tutte le persone fragili.

mascherina passaporto aereo
mascherina passaporto aereo

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Disposizioni sulla mascherina, cosa cambia tra le diverse compagnie

In ogni caso, le disposizioni di protezione sanitaria da adottare sui velivoli cambierà secondo le disposizioni previste da ciascuna compagnia. Questo significa che, nonostante il 15 giugno decada l’obbligo di utilizzo della mascherina, sarà ciascuna compagnia a decidere se continuare ad utilizzare il dispositivo o meno.

Per quanto riguarda “i voli da o verso una destinazione in cui è ancora richiesto l’uso della mascherina sui mezzi di trasporto pubblico, gli operatori aerei dovrebbero continuare a chiedere l’impiego del dispositivo, secondo le raccomandazioni. Per quanto riguarda la situazione dei passeggeri vulnerabili, dovrebbero continuare a indossare una mascherina indipendentemente dalle regole, idealmente di tipo Ffp2/N95/Kn95, che offre un livello di protezione superiore rispetto a una mascherina chirurgica standard”.

Sono queste le disposizioni attualmente prese dall’Agenzia dell’Unione europea per la sicurezza aerea e dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie. E continuano: “I passeggeri sono incoraggiati a osservare le misure di distanziamento nelle aree interne, anche in aeroporto, ove possibile. A riguardo, però, agli operatori aeroportuali viene suggerito “un approccio pragmatico. Ad esempio, dovrebbero evitare di imporre regole di distanziamento se queste molto probabilmente produrranno un ‘collo di bottiglia’ in un’altra zona” ossia in uno degli step successivi del movimento dei passeggeri, “soprattutto se requisiti” di distanza “non sono richiesti a livello nazionale o regionale in altri contesti simili”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 16-05-2022


Nato: su Svezia e Finlandia la Turchia chiede garanzie

Principe Carlo in Canda al posto della regina