Una donna di 20 anni è stata uccisa a New York, mentre spingeva in strada il passeggino con il figlio di tre mesi.

La donna sarebbe stata uccisa con dei colpi di arma da fuoco, che le avrebbero perforato la testa. A diffondere la notizia, il Guardian, che cita il dipartimento di polizia di New York. La donna è stata poi condotta d’urgenza presso il Metropolitan Hospital Center, luogo in cui si è spenta a causa delle ferite riportate. Fortunatamente, il bambino non ha riportato nessuna ferita ed è perfettamente in salute. Nell’ambito di una conferenza stampa, espletata vicino alla scena della tragedia, nell’Upper East Side, il sindaco di New York, Eric Adams, ha lanciato l’allarme per bloccare subito l’assassino.

Omicidio pistola
Omicidio pistola

“Troveremo la persona colpevole di questo orribile crimine. Lo troveremo e lo consegneremo alla giustizia” queste le parole rabbiose di Adams.

La giovane donna, sarebbe stata colpita alla tempia, da un uomo armato e vestito di nero, che l’ha approcciata da dietro. Ad oggi, nessun sospetto sarebbe stato preso in custodia. La sparatoria rappresenta solo l’ultimo step di tutta una serie di attacchi, molti dei quali puramente casuali, che sta affligendo le strade e le linee metropolitane della Grande Mela. L’ennesimo evento tragico quindi, che non ha mancato di lasciare i residenti senza parole.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 30-06-2022


Ucciso in una rissa: l’omicida uscirà fuori dal carcere per la maturità

Precipita dall’ospedale: Via libera all’autopsia per Leonardo Riberti