Non fungible token: cosa sono gli Nft? Come funzionano? Conviene investire nei ‘gettoni’? I vantaggi e gli svantaggi.

Protagonista della nuova economia, gli Nft rappresentano un terreno fertile per gli investitori benestanti. E in effetti i dati dimostrano come il giro di affari intorno ai token sia cresciuto in maniera significativa.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Cosa sono gli Nft

Si tratta di Non fungible token, ossia gettoni non duplicabili. E detto così forse non aiuta molto a comprendere effettivamente cosa siano. Provando a semplificare il discorso, si tratta di quello che potremmo definire come un certificato digitale. L’Nft certifica il possesso (o meglio la proprietà) di un bene. In particolare il gettone copre i beni digitali. Quindi il token certifica il possesso di un tweet o di un video, tanto per fare un esempio. Per intenderci, anche i Meme, che dilagano sulla rete, possono essere coperti da un Nft e quindi venduti per denaro.

Come funzionano

Il funzionamento è abbastanza intuitivo. Come tutte le monete digitali, Gli Nft possono essere acquistati e venduti e di fatto si usano come vere e proprie monete. Si vende e si compra in Nft. Una sorta di valuta parallela che nel corso degli ultimi anni è diventata molto diffusa.

rendita investimenti monete risparmio
rendita investimenti monete risparmio

Conviene investire in Nft?

I token hanno preso piede e hanno conquistato una fetta importante di mercato per un motivo semplice: hanno dei costi minimi (per le grandi realtà e per le persone con ingenti disponibilità economiche) a fronte di guadagni ingenti. Inoltre le operazioni sono minuziosamente tracciate. L’altro grande vantaggio è che si può guadagnare non solo con la prima vendita ma anche ogni volta che il bene in questione viene venduto a terzi.

Gli svantaggi principali sono due: per le persone comuni gli Nft sono di fatto inaccessibili dal punto di vista economico. In poche parole costano tanto. Tralasciando il dibattito sulla qualità dello strumento, possiamo dire che navigando sulla rete è molto più semplice trovare dei venditori di Nft. I compratori non sono tanti. Infine nel corso dei mesi sono state individuate diverse truffe, ma questo ormai è un problema che interessa ogni ambito della rete, dove le truffe ormai sono sempre dietro l’angolo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 16-12-2021


Decreto Recovery, c’è la proroga per i navigator

La Bce lascia i tassi invariati. Nel 2021 crescita del 5,1 per cento