Beppe Grillo dice no al Mes: “È uno strumento inadatto e del tutto inutile per far fronte alle esigenze del nostro Paese”.

Il garante del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo entra a gamba tesa nella discussione sul Mes che sta spaccando la maggioranza di governo. E il messaggio del padre M5S sembra lasciare poco spazio al dialogo con le forze di maggioranza che chiedono che venga attivato il Meccanismo.

Mes, Beppe Grillo: “Strumento inadatto e del tutto inutile”

Dopo un lungo silenzio Beppe Grillo torna a farsi sentire con un lungo post condiviso sul proprio blog. E il titolo del post è abbastanza chiaro: La Mes è finita. E in effetti nelle righe che seguono ci sono precisazioni abbastanza chiare sul Salva-Stati e sulla Chiesa.

“Non starò qui ad elencare le mille ragioni che fanno del Mes uno strumento non solo inadatto ma anche del tutto inutile per far fronte alle esigenze del nostro Paese in un momento così delicato. A farlo, ogni qualvolta gli viene messo un microfono sotto al naso, ci ha già pensato il nostro presidente del Consiglio Giuseppe Conte dicendo più e più volte che “disponiamo già di tantissime risorse (fondi strutturali, scostamenti di bilancio, Recovery Fund ecc..) e dobbiamo saperle spendere“.

Grillo, uno dei grandi artefici e custodi dell’alleanza tra Movimento 5 Stelle e Pd, questa volta sembra decisamente meno intenzionato a trattare.

Beppe Grillo Movimento 5 Stelle
Beppe Grillo

La Chiesa paghi Imu e Ici non versata sui beni immobili

Dopo l’analisi sul Mes Beppe Grillo passa anche all’altro tema, quello della Chiesa. Il padre del Movimento 5 Stelle non ha molti dubbi su come si debba agire nei confronti del Vaticano: “Far pagare l’Imu e l’Ici non versata sui beni immobili alla Chiesa“.


Benzinai in sciopero dal 14 al 17 dicembre, le associazioni: “Siamo stati esclusi dai ristori”

Emergenza coronavirus, il testo del dpcm del 3 dicembre