Una ‘norma Willy’ nel nuovo decreto Sicurezza: Daspo e norme più severe per le persone che prendono parte alle risse. Lamorgese e Bonafede al lavoro.

Lamorgese e Bonafede al lavoro su una norma Willy da inserire nel decreto Sicurezza. Alla luce del caso dell’omicidio di Colleferro, il governo è al lavoro u una nuova norma che dovrebbe essere inserita nel decreto Sicurezza, che arriverà in Consiglio dei Ministri nella giornata del 5 ottobre.

Un ‘norma Willy’ nel decreto Sicurezza

Stando alle indiscrezioni emerse a mezzo stampa, il provvedimento, la norma Willy come è stata ribattezzata dai media, prevede multe più salate per le persone che prendono parte a una rissa. Le sanzioni salirebbero da 309 ai 2000 euro e la reclusione da un minimo di sei mesi a un massimo di sei anni. La reclusione scatterebbe nel caso in cui qualcuno resti ferito o ucciso nella rissa. Non solo. Per le persone coinvolte potrebbe scattare anche il Daspo, ossia il divieto di accesso in locali o esercizi pubblici.

Fonte foto: https://www.facebook.com/comune.paliano

Il legale della famiglia di Willy: “Non credo che legiferare in emergenza sia la cosa più saggia”

Il legale della famiglia di Willy ha commentato la notizia evidenziando come i genitori del ragazzo ucciso a Colleferro si augurano pene certe e non nuove norme.

La famiglia di Willy vuole una pena certa e giustizia. Come avvocato non credo che legiferare in emergenza sia la cosa più saggia. Già adesso ci sono norme severe ma bisogna far sì che le pene siano espiate e abbiano funzione educativa […]. Bisognerebbe valutare perché episodi del genere si verificano e a chi sono ascrivibili […], occorrerebbe una maggiore vigilanza ad esempio nelle palestre e nelle scuole, magari allungando la permanenza anche pomeridiana“, ha dichiarato il legale come riportato dall’ANSA.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
cronaca Decreto Sicurezza News Omicidio Colleferro willy

ultimo aggiornamento: 05-10-2020


Trovato teschio a Brescia, si pensa possa trattarsi di Iuschra, la 12enne scomparsa nel 2018

Il 5 ottobre si celebra la Giornata Mondiale degli Insegnanti