Come funziona il nuovo digitale terrestre, quando cambia il segnale e come sapere se il televisore è compatibile.

Nuovo digitale terrestre, dal 2021 si cambia. Con il nuovo anno inizia infatti lo switch off. Di fatto, per provare a semplificare il discorso rendendolo comprensibile anche ai non esperti, il digitale terrestre cambia le frequenze di trasmissioni per adeguarsi alla nuova trasmissione del segnale, che sarà in 5G.

In cosa consiste il cambiamento

In termini concreti vagamente tecnici, i canali passano al Dvb-T1 al Dvb-T2 banalmente per fare spazio per sviluppare la rete 5G.

Ovviamente per gli utenti ci sono anche vantaggi non indifferenti. Infatti con il passaggio al nuovo digitale terrestre la qualità delle immagini migliora in maniera considerevole.

Televisori in vendita
Televisori in vendita

Come sapere se il televisore è compatibile: il test e i modelli compatibili

Ma non ci sono solo vantaggi. Alcuni utenti dovranno fare i conti con i problemi di compatibilità. Ossia gli apparecchi a disposizione non sono compatibili con il cambio di tecnologia. Per sapere se bisogna correre ai ripari è possibile fare un semplice e rapido test, ma su questo torneremo in seguito. Nel caso in cui l’apparecchio non fosse compatibile le alternative di fatto sono due: comprare un nuovo digitale terrestre da installare alla televisione. In alternativa potrete cogliere l’occasione per cambiare televisore.

Il test è abbastanza semplice. Basta sintonizzare il televisore sul canale 100 (RAI) e 200 (Mediaset). A questi canali deve comparire la scritta test HEVC MAIN10. Se compare, allora il televisore è compatibile e supporta il nuovo segnale.

Come regola generale possiamo dire che i televisori acquistati a partire dal 2017 dovrebbero essere compatibili. Il dubbio può venire su tv di marchi di seconda fascia o di piccole dimensioni, ma come abbiamo visto togliersi ogni dubbio è davvero semplice.

Andranno cambiati con certezza i televisori acquistati prima del 2010, molti di quelli del periodo 2010-2014 e qualcuno del periodo 2014-2015.

Il consiglio comunque è quello di fare il test al canale 100 e 200 e togliervi ogni dubbio.

Quando si passa al nuovo digitale terrestre

Il passaggio non avviene allo stesso momento in tutta Italia. La penisola è stata divisa in quattro aree.

Di seguito il calendario riportato da Altroconsumo in base alle indicazioni del Mise.

Dal 1° settembre 2021 al 31 dicembre 2021: Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e le province di Trento e di Bolzano.

Dal 1° gennaio 2022 al 31 marzo 2022: Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Sardegna.

Dal 1° aprile 2022 al 31 giugno 2022: Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise, Marche.

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona

TAG:
digitale terrestre economia

ultimo aggiornamento: 31-12-2020


Ue, aumentare i pedaggi autostradali per i mezzi più inquinanti

Il Regno Unito è fuori dall’Unione Europea