Nuovo dpcm, le ipotesi sulle nuove regole sugli spostamenti. Chi posso andare a trovare? Le indiscrezioni e le ipotesi al vaglio del governo.

Entrano nel vivo i lavori per la messa a punto del nuovo dpcm che dovrebbe entrare in vigore il prossimo 16 gennaio e potrebbero cambiare anche le regole per quanto riguarda gli spostamenti. Il governo è intenzionato a procedere con una nuova stretta (che dovrebbe colpire in particolar modo la movida, quindi bar e ristoranti) ma dovrebbe confermare la deroga per le visita a casa, che nel periodo di Natale ha consentito alle persone di muoversi anche nei giorni rossi. La norma potrebbe essere rivista vietando gli spostamenti fuori dal proprio Comune di residenza.

Coronavirus
Coronavirus

Nuovo dpcm, le regole sugli spostamenti

Stando alle indiscrezioni emerse a mezzo stampa, il ministro della Salute Roberto Speranza avrebbe comunicato ai Presidenti delle Regioni l’intenzione del governo di confermare la possibilità di spostarsi di casa nel limite massimo di due persone per andare a fare visita ad un amico o ad un parente. L’unica differenza rispetto alle regole di Natale dovrebbe riguardare i confini. Lo spostamento infatti dovrebbe essere consentito solo nello stesso Comune di residenza. Durante le feste di Natale era possibile spostarsi all’interno della Regione. Si tratta solo di un’ipotesi. Non è quindi escluso che il governo possa consentire lo spostamento a livello regionale.

Carabinieri
Carabinieri

Quali sono le regole sugli spostamenti

Un’indicazione arriva dalle FAQ di Palazzo Chigi sulle regole in vigore fino al prossimo 15 gennaio. Tra i chiarimenti relativi alla zona Rossa, anche se in Italia al momento non ci sono Regioni in questa area di rischio, viene specificato che “tra le 5.00 e le 22.00, una volta al giorno, all’interno dello stesso Comune, verso una sola abitazione privata, nei limiti di due persone oltre ai minori di anni 14, alle persone disabili o non autosufficienti conviventi“.

Ovviamente sono consentiti anche gli spostamenti per motivi di salute, necessità, lavoro. Inoltre è possibile spostarsi “dai Comuni fino a 5.000 abitanti, tra le 5.00 e le 22.00, una volta al giorno, verso una sola abitazione privata entro i 30 km dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione o Provincia autonoma), con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia, nei limiti di due persone oltre ai minori di anni 14, alle persone disabili o non autosufficienti conviventi“.

Quindi, con l’ultimo intervento, il governo ha ristretto la libertà di movimento ai confini comunali. Sembra difficile che con il nuovo dpcm possa ristabilire la possibilità di spostarsi entro i confini regionali anche nelle zone Rosse.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
coronavirus cronaca dpcm gennaio motori

ultimo aggiornamento: 12-01-2021


Vaccini Covid, l’Italia cambia strategia: subito over 80 e professori

Scuole elementari, addio ai voti, ora ci sono i giudizi descrittivi. I 4 livelli di apprendimento