Obbligazioni di securitè

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Obbligazioni di securitè, tutto quello che c’è da sapere: cosa sono, dove sono nate la differenza tra obbligazioni di mezzi e risultato

Le obbligazioni di securitè nascono nella Francia del XIX secolo complice la nascita e diffusione del fenomeno di rafforzamento del contenuto obbligatorio del contratto.

Obbligazioni di securité

Le prime obbligazioni di securitè vennero utilizzate nel settore di sicurezza sul lavoro per esimere l’operaio infortunato dalla prova del fatto commessa dal datore. Oggetto dell’obbligazione è la sicurezza dei viaggiatori come primo cardine contrattuale e legale riconosciuta dalla Cassazione del 21 novembre 1911. L’obbligazione di securitè è nata nel contratto di trasporto marittimi come obbligazione di condurre il passeggero sano e salvo a destinazione fatta eccezione in caso di forza maggiore o faute della vittima. Successivamente si è estesa anche al trasporto ferroviario complice il leading case del 1911 e la Sentenza di Cassazione del 21 aprile 1913. Tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo essa è arrivata anche in Europa estendendosi anche verso il settore di trasporto delle persone.

Obbligazioni di mezzi e risultato

Qual è la differenza tra obbligazioni di mezzi ed obbligazione di risultato? La differenza è rintracciabile nei rapporti di lavoro subordinati a quelli autonomi. Nel caso di obbligazione di mezzi, essa è dovuta ad un’attività lavorative, mentre nel caso di obbligazioni di risultato alla produzione di un’opera o servizio che rappresentano il fine ultimo dell’attività. La differenza è importante per rappresentare la contrapposizione dei rapporti obbligatori considerando la finalità che spinge il creditore a ricercare la collaborazione altrui e riguarda in particolare il riparto dell’onora della prova intesa come esatto adempimento dell’obbligazione. In caso di obbligazioni di mezzi la prova dell’inadempimento ricade sul creditore chiamato a dimostrare che la prestazione non è stata conforme a diligenza. In caso di obbligazione di risultato, è il debitore tenuto a dimostrare che il risultato è stato raggiunto.certificato_unicasim

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 30-08-2017

Guide News Mondo