Omicidio a Formello. Un uomo di 47 anni ha ucciso il datore di lavoro e poi tentato il suicidio.

FORMELLO (ROMA) – Omicidio a Formello nella serata di martedì 20 ottobre 2020. Come riportato da La Repubblica, un uomo iraniano di 47 anni ha ucciso il datore di lavoro e poi tentato il suicidio.

Il presunto killer è stato trasportato d’urgenza al Sant’Andrea in gravi condizioni. I medici non hanno sciolto ancora la prognosi. Gli inquirenti stanno effettuando tutti gli accertamenti per verificare meglio quanto successo.

L’omicidio

L’omicidio è avvenuto nella serata di martedì 20 ottobre 2020. Secondo quanto scritto da La Repubblica, il 47enne è entrato nella sede di lavoro e ha sparato al suo capo, un uomo di 58 anni. Subito dopo il presunto killer ha tentato il suicidio.

La Procura di Roma ha aperto un’indagine per cercare di ricostruire meglio la dinamica di questo episodio. L’ipotesi più probabile sembrerebbe essere quella di un movente lavorativo, anche se non si esclude nessuna ipotesi fino a quando non si hanno prove certe. Gli inquirenti stanno attendendo l’ok dei medici per interrogare l’uomo.

Carabinieri macchina
Carabinieri macchina

A Modena tre persone fermate per tentato omicidio

Operazione della polizia a Modena. Nella mattinata di mercoledì 21 ottobre 2020 gli agenti hanno fermato tre persone, accusate di aver colpito con il machete un ragazzo di 22 anni del Burkina Faso.

L’episodio risale allo scorso 15 luglio, quando il giovane è stato preso dal padre e dai suoi due figli. “Tornatene al tuo Paese, qui comandiamo noi“, le parole degli arresti al 22enne. Il ragazzo è stato prima colpito con una bastonata in testa e, poi, colpito con un machete al braccio. Le indagini hanno portato al fermo delle tre persone, accusate di tentato omicidio con odio razziale. La vittima di questa aggressione ha avuto una prognosi di 30 giorni, ma non ha ancora recuperato in pieno l’uso dell’arto.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
cronaca Formello omicidio formello

ultimo aggiornamento: 21-10-2020


Matera, due minorenni violentate durante una festa, arrestati altri 4 membri della banda

Carabinieri e agenti di polizia aggrediti a Livorno durante i controlli anti-Covid