Omicidio in provincia di Cosenza. Un uomo ha ucciso la madre con 30 coltellate al culmine di una lite. Indagini in corso.

CASTROVILLARI (COSENZA) – Omicidio in provincia di Cosenza. Secondo quanto riportato dall’Adnkronos, un uomo di 36 anni ha ucciso la madre di 65 con 30 coltellate al culmine di una lite. I motivi di questa tragedia non si conoscono e gli inquirenti hanno aperto un’indagine per accertare meglio la vicenda.

L’allarme sarebbe stato lanciato dal padre della vittima. L’uomo è stato successivamente trasportato in ospedale per conto da un malore, ma le sue condizioni non sembrano essere gravi. Diversi i punti da chiarire e nelle prossime ore ci potrebbero essere importanti novità.

L’omicidio

La ricostruzione dell’omicidio è ancora al vaglio degli inquirenti. Secondo le prime informazioni, il 36enne dopo un litigio avrebbe preso un coltello e colpito la madre con 30 fendenti. Inutili i tentativi della donna di difendersi, i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

L’allarme è stato lanciato dal marito della vittima. All’arrivo, però, il personale medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso della donna. L’uomo, colto da un malore, è stato trasportato in ospedale. Le due condizioni non sembrano preoccupare e nelle prossime ore potrebbe essere ascoltato dagli inquirenti per ricostruire meglio l’accaduto.

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

Fermato il figlio della donna

Per l’omicidio è stato fermato il figlio della vittima. Il 36enne, secondo le ultime informazioni, avrebbe già confessato e sono in corso gli approfondimenti per provare a ricostruire meglio l’accaduto e capire il motivo di questo gesto. La Procura ha autorizzato degli accertamenti per valutare le condizioni mentali e cercare di dare una spiegazione a quanto successo.

Morte che ha sconvolto l’intera cittadina calabrese e sono stati diversi i messaggi di cordoglio nei confronti della donna uccisa.


La cabina è scesa a velocità folle per diversi metri, 13 persone sono morte sul colpo: la ricostruzione

Vaccini AstraZeneca e Johnson and Johnson, “trovata la causa delle trombosi, possiamo risolvere il problema”