Omicidio in provincia di Caserta. Un uomo di 34 anni ha ucciso la moglie con quattro colpi di pistola e poi si è costituito.

CASERTA – Omicidio in provincia di Caserta nelle prime ore di mercoledì 11 novembre. Ancora un femminicidio. Questa volta a perdere la vita è stata una ragazza di 30 anni, uccisa dal marito con 4 colpi di pistola al cuore. L’uomo, come raccontato da La Repubblica, si è costituito ai carabinieri.

La Procura ha aperto un fascicolo per cercare di ricostruire meglio la dinamica e il movente di queste ennesima tragedia familiare. Nessuna pista è esclusa, con l’uomo che sarà interrogato nuovamente nelle prossime ore.

Omicidio in provincia di Caserta, donna uccisa dal marito

Secondo le prime informazioni, il 34enne avrebbe portato la moglie in un’area di campagna e, al termine dell’ennesimo violento litigio, ha esploso i quattro colpi di pistola al cuore.

L’uomo subito dopo è tornato a casa ed ha confessato tutto ai carabinieri. Il fermato ha indicato agli inquirenti anche il posto dell’omicidio. Lì i militari hanno ritrovato il corpo senza vita della donna in una pozza di sangue e la pistola che dovrebbe essere stata utilizzata per l’omicidio. I medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della vittima, molto probabilmente avvenuto subito dopo la sparatoria.

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

Seconda tragedia in pochi giorni

Si tratta di una seconda tragedia in pochi giorni in Italia. Solo nelle prime di lunedì 9 novembre un uomo di 40 anni ha ucciso la moglie e i figli prima di togliersi la vita. Una tragedia avvenuta a Carignano, in provincia di Torino. Un dramma che ha scosso l’intero Paese. Alla base di questo omicidio-suicidio sembra esserci le gelosia dell’uomo nei confronti della donna.

Bilancio, quello dei femminicidi, che continua tragicamente ad aumentare nel nostro Paese.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Caserta cronaca femminicidio caserta omicidio caserta

ultimo aggiornamento: 11-11-2020


Coronavirus, in Italia possibile picco dei casi a dicembre

Peculato, condannato a un anno e dieci mesi l’ex pm Ingroia